Home > Climatologia > Gennaio 2021 molto caldo a livello globale: le analisi del programma europeo Copernicus

Gennaio 2021 molto caldo a livello globale: le analisi del programma europeo Copernicus

by Francesco Ladisa

Dopo un 2020 record, anche il 2021 è cominciato all’insegna del “caldo”. Secondo le analisi del progetto europeo Copernicus, il mese appena trascorso è stato il sesto Gennaio più caldo, eguagliando il Gennaio del 2018.

L’anomalia termica riscontrata a livello globale è di 0,24°C, rispetto alla media del periodo 1991-2020. Come si evince dalla mappa le anomalie positive più marcate (arancione/rosso) hanno interessato parte della Groenlandia e del Polo Nord, del Nord America, mentre una importante anomalia negativa (più freddo) si è riscontrata nell’area siberiana.

Per quanto riguarda l’Europa invece il riscaldamento è stato molto più contenuto, con temperature nel complesso vicine alla media del periodo 91-20. Questo grazie a valori più bassi della media nei settori occidentali e settentrionali del continente. Più caldo invece nell’area sud-orientale: la Grecia e in particolare Atene ha fatto registrare infatti record di caldo, con i primi dieci giorni del mese di Gennaio 2021 che si sono rivelati i più caldi degli ultimi 160 anni.

In conclusione, nell’Artico l’estensione del ghiaccio marino è stata del 4% sotto la media, in linea con i valori spesso registrati in questo periodo dell’anno dal 2010. Nell’Antartico invece l’estensione del ghiaccio marino ha registrato il 13% in meno, continuando la serie di anomalie negative osservate ogni Gennaio dal 2016.

A cura di Francesco Ladisa