Home > Meteo News > Australia: milioni di ragni e ragnatele invadono il Victoria, le immagini impressionanti

Australia: milioni di ragni e ragnatele invadono il Victoria, le immagini impressionanti

17 Giugno 2021, ore 10:07

Impressionanti immagini arrivano dallo stato di Victoria, in Australia, dove si è verificata una spettacolare invasione di ragni. Milioni di ragnatele hanno ricoperto in breve tempo strade, prati, alberi e cartelli, interessando soprattutto la regione di Longford.

Il fenomeno è noto come “ballooning“, vale a dire un modo di spostarsi nell’aria utilizzato da diversi ragni e da qualche altra specie di artropodi, che secernono della seta che viene sollevata e trasportata, insieme all’animale, dal vento. In questo modo i ragni possono compiere anche lunghi tragitti.

Il fenomeno è legato molto probabilmente alle inondazioni che si sono verificate nelle ultime settimane nel Victoria. Campi e strade allagate hanno portato i piccoli animali a muoversi alla ricerca di posti migliori. Gli esperti hanno spiegato infatti che questo tipo di ragno abitualmente vive al suolo, ma in casi di emergenza cerca rifugio su alberi e arbusti e crea queste enormi tele, nella speranza che il vento lo prenda e lo porti in regioni più sicure.

Il dottor Ken Walker, esperto di insetti del Museums Victoria, ha affermato che è probabile che “milioni” di ragni abbiano lanciato ragnatele sugli alberi circostanti. “I ragni terrestri devono alzarsi da terra molto rapidamente. La seta si snoda e si attacca alla vegetazione e così possono scappare”, ha detto al giornale The Age.

Un consigliere locale, Carolyn Crossley, ha detto di essere scesa sull’argine di un lago lunedì sera per verificare i danni delle inondazioni ed è stata colpita dal fenomeno. “Lo avevo visto in precedenza, ma non era mai stato di questa portata. Non è stato spaventoso, è stato bellissimo. Tutto era semplicemente avvolto in questa bellissima ragnatela, su tutti gli alberi e le recinzioni”, ha detto alla BBC. “Il sole stava tramontando in quel momento e la luce era bellissima, così come quest’onda fluttuante che attraversava il paesaggio” ha aggiunto la Crossley.