Home > Meteo News > Caldo in Puglia: improvviso “dust devil” a Taranto

Caldo in Puglia: improvviso “dust devil” a Taranto

2 Luglio 2021, ore 18:20

Un fenomeno insolito ma comunque tipico di località particolarmente calde è il dust devil, ovvero il diavoletto del deserto. Si tratta di un vortice simile ad un tornado, ma che avviene con condizioni meteorologiche totalmente opposte.

Questo vortice non è accompagnato da nubi e temporali, bensì da cieli sereni e tempo stabile e caldo! Si tratta di un fenomeno tipico dei deserti e delle campagne polverose, in giornate molto calde e con terreno secco e arido.
Nel pomeriggio di oggi 2 luglio un dust devil si è improvvisamente sviluppato a Taranto, precisamente nei quartieri periferici sud-orientali della città pugliese.

Il vortice ha catturato importanti quantità di terreno polveroso per dar vita ad una struttura abbastanza notevole a prima vista, ma che a conti fatti non ha portato alcun danno a cose o persone. Il vortice si è poi dissolto dopo breve tempo.

Come si forma un dust devil? La sua forma richiama molto quella delle tromba d’aria, tuttavia le dimensioni sono molto più piccole e l’altezza del cono di sabbia e polvere non si eleva oltre i 500 metri. La sua energia e di conseguenza gli effetti provocati sull’ambiente, sono in generale limitati e sono quasi sempre innocui per le persone, sebbene ci sono stati dei casi in cui i dust devil raggiungevano grosse dimensioni tanto da provocare dei danni. La sua formazione è causata da un eccessivo surriscaldamento della superficie di un suolo secco e caldo che, in presenza di una leggera depressione sovrastante, genera un mulinello di aria che può crescere in dimensioni e in potenza. L’aria surriscaldata, essendo meno densa, per la spinta archimediana tende infatti a dirigersi verso l’alto, richiamando nuova aria dall’ambiente circostante.

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su facebook, dove riceverai le notizie più importanti o interessanti senza il minimo sforzo!