Meteo: il ciclone simil-tropicale prende forma, gli ultimissimi aggiornamenti

by Raffaele Laricchia
28 Ottobre 2021 - 9:40

Il tanto discusso ciclone-simil tropicale sta puntualmente prendendo vita nel basso Mediterraneo: a favorirne la formazione ci ha pensato un improvviso aumento dell’instabilità in alta quota che ha scatenato la formazione di vasti temporali nel canale di Sicilia, fattore che ha accelerato il riscaldamento dell’occhio del ciclone. La pressione, in corrispondenza dell’occhio, sta crollando e questo favorirà una costante intensificazione del ciclone nel corso della giornata odierna.

I fenomeni, tuttavia, sono ancora relegati in mare aperto: qualche rovescio lo troviamo in Sardegna ma non ha nulla a che vedere col ciclone. In Sicilia troviamo un po’ di nubi, ma per le piogge bisognerà attendere ancora diverse ore.
Gli effetti concreti del ciclone arriveranno, molto probabilmente, nella giornata di venerdì: dagli ultimissimi aggiornamenti pare che il ciclone simil-tropicale possa avvicinarsi minacciosamente alle coste della Sicilia orientale con al seguito un grande carico di pioggia. Il TLC (acronimo del ciclone simil-tropicale) porterà venti molto forti (presumibilmente oltre i 50-60 km) su Sicilia e Calabria, mentre nei pressi dell’occhio del ciclone (in mare) potranno superarsi i 100 km/h. Catanese, siracusano, ragusano saranno probabilmente le province più colpite dai nubifragi.
Massima attenzione da rivolgere anche alle mareggiate, che si prevedono molto intense su tutto il mar Ionio centro-meridionale. Di seguito il satellite in tempo reale che ci mostra la formazione del ciclone:

Immagine canale visibile (VIS)

Fortunatamente sono crollate le possibilità di un maggior spostamento verso nord del ciclone. Negli aggiornamenti di ieri, infatti, si presumeva il passaggio sul mar Tirreno dopo aver colpito in pieno lo stretto di Messina: fortunatamente questa ipotesi è al momento accantonata, mentre quella più accreditata vede lo stazionamento del vortice ad est della Sicilia nella giornata di venerdì e poi l’allontanamento in mare aperto.
Ci teniamo a ribadire che le previsioni riguardanti cicloni simil-tropicali nel Mediterraneo sono estremamente difficili e inaffidabili, anche a 24 ore di distanza. Dunque non escludiamo ulteriori variazioni sulla traiettoria definitiva che assumerĂ  il ciclone.

[aiovg_video mp4=”https://www.inmeteotv.it/video/2021/10/domani.mp4″ poster=”https://www.inmeteo.net/wp-content/uploads/2021/10/RAFFA-PREVISIONI.jpg”]

Restate sintonizzati su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su facebook, dove riceverai le notizie più importanti o interessanti senza il minimo sforzo!