Previsioni meteo: dopo tanto maltempo torna l’ALTA PRESSIONE (per poco). Gelo verso l’Europa?

15 Novembre 2021, ore 20:38

I prossimi sette giorni riserveranno diverse sorprese per la nostra penisola grazie ad una spiccata dinamicità atmosferica che ci porterà a vivere condizioni meteorologiche decisamente diverse l’una dalle altre.
Per il momento dovremo ancora fare i conti con nubi, piogge e clima autunnale grazie a diverse perturbazioni a spasso nel Mediterraneo. Fino a giovedì il maltempo non mollerà la nostra penisola.

Il prosieguo di settimana sarà caratterizzato dal ritorno in grande stile dell’alta pressione delle Azzorre, pronta a riappropriarsi del Mediterraneo occidentale nell’arco di una giornata. Tra venerdì e domenica avremo prevalenza di stabilità da nord a sud, incluse le tipiche nebbie e foschie del periodo grazie all’irraggiamento notturno e al notevole accumulo di umidità nei bassi strati. Saranno la pianura Padana e le valli le maggiori indiziate per ospitare i banchi di nebbia.

Nel frattempo, però, qualcosa inizierà a muoversi tra l’Atlantico e il Vecchio Continente: a partire dal 22-23 novembre (quindi ad inizio prossima settimana) ci sarà un netto rinforzo dell’alta pressione a tutte le quote sulla Groenlandia, scaturita da un indebolimento improvviso del vortice polare.
Il rinforzo dell’alta pressione sulla Groenlandia si rivela spesso determinante per grandi cambiamenti del tempo in Europa: questa situazione favorirà un corposo riversamento di aria gelida polare verso l’Europa settentrionale e soprattutto verso la Scandinavia e la Russia europea, dove in pochi giorni andrà ad accumularsi un’enorme quantità di aria gelida.
Le temperature scenderanno di molti gradi sotto le medie del periodo nel corso della prossima settimana, mentre la neve potrà scendere fino a quote pianeggianti su gran parte dell’Europa nord-orientale.

Rinforzo dell’alta pressione in Groenlandia tra 23 e 25 novembre. Ne consegue lo spostamento di un lobo del vortice polare in Scandinavia e quindi un consistente raffreddamento dell’Europa settentrionale

Una piccola parte di quest’aria fredda potrebbe irrompere sull’Europa centrale e al nord Italia ad inizio prossima settimana (tra lunedì 22 e martedì 23) portando così il primo peggioramento di stampo invernale con neve a quote inferiori ai 1000 metri. Tuttavia ci sono ancora molti dubbi sulla traiettoria che potrebbe assumere questa piccola irruzione fredda, per cui dovremo necessariamente ritornarci coi prossimi aggiornamenti.

Riassumendo:
– tempo instabile e piovoso almeno fino a giovedì.
– tra venerdì e domenica avremo tempo più stabile, a tratti nebbioso con una lieve ripresa della temperature massime.
– l’Europa nord-orientale vivrà una settimana nettamente più gelida con neve fino in pianura (confermato). Questa importante ondata di gelo e neve potrebbe avere ripercussioni sul tempo in Italia a fine mese.
– Tra lunedì e martedì ipotetica irruzione fredda al nord con neve fino in collina. Piogge e temporali al centro e al sud. Previsione tuttavia che necessita conferme!

Resta sintonizzato su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su Facebook (clicca qui), per ricevere le notizie più importanti di giornata!