Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Meteo Protezione Civile: ancora diffuso maltempo domani 28 Novembre, specie su regioni tirreniche

Meteo Protezione Civile: ancora diffuso maltempo domani 28 Novembre, specie su regioni tirreniche

27 Novembre 2021, ore 19:10

Un’ampia circolazione depressionaria continua ad apportare instabilità diffusa sull’Italia. Nella giornata di Domenica 28 piogge e temporali interesseranno diverse regioni, concentrandosi maggiormente sui settori tirrenici.

Ecco il bollettino meteo della Protezione Civile:

Previsioni meteo Domenica 28 Novembre 2021

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori tirrenici di Campania centro-meridionale, Basilicata e Calabria settentrionale, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati;

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su settori alpini di Lombardia e Veneto, Trentino, Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Umbria, Lazio, settori occidentali di Abruzzo e Molise, resto della Campania, Sardegna occidentale, Calabria centrale tirrenica e Sicilia sud-orientale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati, fino a moderati su settori alpini del Friuli Venezia Giulia, settori costieri meridionali del Lazio, resto della Campania e Sardegna occidentale;

– da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, su Marche occidentali e settentrionali, Puglia settentrionale e resto di Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 600-800 m sui settori alpini centro-orientali, con apporti al suolo da deboli a moderati, specie sui settori orientali del Friuli Venezia Giulia; al di sopra dei 900-1100 m sull’Appennino settentrionale, con apporti al suolo deboli; inizialmente al di sopra dei 1000-1200 m, in calo fino ai 700-900 m su Appennino centrale e rilievi della Sardegna, con apporti al suolo da deboli a puntualmente moderati.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: in generale diminuzione, anche sensibile, sulle regioni centro-settentrionali, specie nei valori serali.

Venti: forti sud-occidentali sulle regioni centro-meridionali, con raffiche di burrasca o burrasca forte, su aree appenniniche, settori costieri tirrenici e Sardegna settentrionale.

Mari: agitati i bacini occidentali, lo Ionio e il Canale d’Otranto, tendente a molto agitato il Mare di Sardegna; molto mosso l’Adriatico al largo.