Home > Previsioni Meteo > Meteo a medio termine > Week-end tra FREDDO e VENTO, niente NEVE a Natale?

Week-end tra FREDDO e VENTO, niente NEVE a Natale?

17 Dicembre 2021, ore 20:42

Siamo alle porte di un rapido, rapidissimo cambiamento del tempo su parte d’Italia, ad opera delle fredde correnti nord-orientali. Una massa d’aria fredda proveniente dai Balcani irromperà nella notte sul mar Adriatico ed infine su centro e sud Italia, dove innescherà forti raffiche di grecale ed un calo delle temperature. Il tutto, però, sarà molto secco e avaro di precipitazioni.

Ci aspettiamo qualche rapido piovasco molto isolato su Puglia, Molise, Abruzzo, Basilicata, Calabria e Sicilia. Qualche fiocco di neve scenderà solo oltre i 600 metri, con possibilità di blandi accumuli solo in alta quota sull’Appennino. Insomma nulla di eccezionale: il protagonista principale del peggioramento sarà il vento di grecale che soffierà con raffiche oltre 50 km/h (ve ne abbiamo parlato in questo articolo).

[aiovg_video mp4=”https://www.inmeteotv.it/video/2021/12/domani.mp4″ poster=”https://www.inmeteo.net/wp-content/uploads/2021/10/RAFFA-PREVISIONI.jpg”]

Domenica avremo un rapido miglioramento ovunque ed anche il vento si attenuerà, tuttavia tra lunedì sera e martedì mattina avanzerà un altro rapidissimo peggioramento che porterà isolate piogge sul versante adriatico ed un po’ di vento. Anche durante questo secondo guasto del tempo avremo venti sostenuti di grecale.

Le carte in tavola rischiano di cambiare nuovamente dalla metà della prossima settimana, ovvero a ridosso del giorno di Natale. L’alta pressione delle Azzorre, ora presente sull’Europa occidentale, tenderà a deteriorarsi rapidamente sulla penisola iberica: questa soluzione permetterà all‘aria fredda situata sul nordest Europa di dirigersi in pieno Atlantico, andando ad alimentare una serie di forti perturbazioni nell’oceano. Insomma si tratta della soluzione peggiore per gli amanti della neve, considerando che in tal caso l’Italia verrebbe interessata da correnti occidentali e meridionali che farebbero salire le temperature ovunque.

Ed è proprio questa, al momento, la previsione più probabile per i giorni tra 23 e 25 dicembre: il ripristino delle correnti atlantiche (comunque non molto intense) potrebbe favorire l’arrivo di nubi e piogge sparse specie al centro ed al sud, il tutto in un contesto non molto freddo. Anzi, le temperature potrebbero salire anche di qualche grado sopra le medie del periodo. Dunque niente neve a bassa quota e forse nemmeno in bassa montagna a ridosso di Natale.

Questa è al momento la previsione più accreditata, come dimostrato dalla media degli scenari (vedi sopra) del modello matematico GFS. Tuttavia dobbiamo tener presente che mancano ancora 8 giorni a Natale e pertanto la tendenza (sebbene al momento più accreditata) potrebbe subire ulteriori cambiamenti.

Resta sintonizzato su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su Facebook (clicca qui), per ricevere le notizie più importanti di giornata!