Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Meteo: Vigilia di Natale tra nubi e impennata delle TEMPERATURE

Meteo: Vigilia di Natale tra nubi e impennata delle TEMPERATURE

24 Dicembre 2021, ore 9:20

È un’Italia divisa in due stamattina, come si evince anche dallo scatto satellitare delle 08.55 che vi proponiamo qui sopra. Al nord e sul lato tirrenico troviamo tante nubi e tempo uggioso, sul lato adriatico e gran parte del sud, isole comprese, i cieli sono sereni.

L’alta pressione pian piano perde colpi e sta lasciando penetrare nel Mediterraneo masse d’aria ben più umide e miti provenienti dal medio Atlantico, le stesse che causeranno un progressivo guasto del tempo nelle prossime ore su alcune nostre regioni. Quel che è ormai certo è l’aumento sensibile delle temperature, che già vi accennavamo ieri, che si riscontrerà su più di mezza Italia.

[aiovg_video mp4=”https://www.inmeteotv.it/video/2021/12/domani.mp4″ poster=”https://www.inmeteo.net/wp-content/uploads/2021/10/RAFFA-PREVISIONI.jpg”]

In particolare laddove i cieli saranno sereni o dove soffieranno i venti di favonio, in discesa dai rilievi appenninici, potremo sfiorare temperature fino a 17 o 18°C. Insomma temperature decisamente alte per il periodo (almeno 5-6°C sopra le medie natalizie). Sarà dunque una Vigilia di Natale più primaverile che invernale su regioni come Sardegna, Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Molise e Abruzzo. 

Laddove i cieli saranno coperti (lato tirrenico centro-settentrionale e al nord) avremo condizioni meteorologiche più autunnali, con tanta umidità, cieli grigi e uggiosi e addirittura qualche piovasco. Le temperature, però, anche in questo caso saranno superiori alle medie del periodo, seppur più basse rispetto al lato adriatico e al sud.
Il maltempo diverrà via via più presente col passare delle ore, specie in serata, quando avremo piogge su Liguria centro-orientale, Toscana, Emilia Romagna, basso Veneto. Saranno fenomeni perlopiù deboli, più forti solo a ridosso dei monti a causa dell’effetto stau.

Lo stau è l’accrescimento verticale delle nubi causato dal sollevamento forzato dell’umidità a ridosso delle montagne. L’umidità, costretta a salire di quota per superare l’ostacolo, tende a condensarsi più facilmente generando nubi più ricche di pioggia.

La giornata di Natale non riserverà particolari cambiamenti: le temperature addirittura potrebbero salire ulteriormente al sud e sul medio-basso adriatico, grazie ai cieli sereni o poco nuvolosi e alle correnti miti di libeccio. Ancora nubi persistenti sul lato tirrenico e al nord, con rischio di piogge deboli o moderate.

Resta sintonizzato su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su Facebook (clicca qui), per ricevere le notizie più importanti di giornata!