Irruzione ARTICA ad inizio aprile: in arrivo FREDDO, neve e tanto maltempo

by Raffaele Laricchia
28 Marzo 2022 - 19:57

Si prepara un periodo meteorologico davvero scoppiettante ed estremamente dinamico in Italia, a lungo sovrastata dalla siccità in tantissime sue aree. Dopo un inverno anomalo e avaro di piogge, dunque, le piogge torneranno a bagnare le nostre regioni tra la fine di marzo e l’inizio di aprile.

[aiovg_video mp4=”https://www.inmeteotv.it/video/2022/02/domani.mp4″ poster=”https://www.inmeteo.net/wp-content/uploads/2022/03/meteo-RAFFA-NEW.png”]

Tutto questo sarà possibile grazie al risveglio delle correnti atlantiche, le quali spazzeranno via l’anticiclone e spediranno in Italia una serie di perturbazioni ricche di piogge. La prima vasta perturbazione è confermata tra mercoledì 30 e giovedì 31: le piogge invaderanno gran parte del nord e del lato tirrenico come non accadeva dal mese di dicembre. I fenomeni più intensi arriveranno su Liguria orientale, Toscana, Umbria, Lazio ed Emilia Romagna dove ci aspettiamo accumuli tra i 20 e i 60 mm. Un po’ di pioggia anche in Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e sul Triveneto, sebbene con accumuli leggermente inferiori.

Il colpo di scena arriverà nei primi giorni di Aprile, quando una massa d’aria fredda di origine artica approfitterà della “lacuna barica” situata nel Mediterraneo per fiondarsi sull’Italia.
Sarà un’ondata di maltempo tipicamente invernale, un vero e proprio colpo di coda dell’inverno che dirà la sua su quasi tutta Italia, ma in maniera particolare al nord dove l’inverno praticamente non si è quasi visto.

L’irruzione artica si manifesterà tra venerdì 1 e lunedì 4 aprile le precipitazioni saranno diffuse da nord a sud ma in maniera particolare al nordovest e sul lato tirrenico dove i venti di scirocco richiamati dalla depressione ligure andranno ad impattare con grandi concentrazioni di umidità.

Grazie ad un progressivo calo delle temperature ci imbatteremo in nevicate copiose non solo in montagna ma anche a quote molto basse per il periodo. I fiocchi bianchi potrebbero far visita alle colline del nord e localmente anche alle pianure tra Piemonte, Liguria, Emilia, Lombardia e Valle d’Aosta (tra domenica e lunedì).

Tanta neve in arrivo anche sull’Appennino centro-settentrionale, sebbene a quote medio-alte. Al sud i venti di scirocco e libeccio saranno predominanti, pertanto la quota neve si manterrà piuttosto alta. Le piogge non mancheranno.

Resta sintonizzato su www.inmeteo.net! Iscriviti al nostro servizio gratuito su Facebook (clicca qui), per ricevere le notizie piĂą importanti di giornata!