Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Previsioni meteo: dopo Ferragosto nuova fiammata caldissima dal nord-Africa!

Previsioni meteo: dopo Ferragosto nuova fiammata caldissima dal nord-Africa!

11 Agosto 2022, ore 11:41

Correnti relativamente più fresche nord-orientali stanno portando un clima finalmente più gradevole sull’Italia, dopo settimane di caldo anomalo. Fra Venerdì e Sabato tali correnti si accentueranno determinando forti temporali ed un ulteriore calo termico, specie al centro-sud (come abbiamo visto in questo articolo), prima di un generale miglioramento nella giornata di Domenica.

Nel periodo successivo, da Ferragosto in poi, potrebbe però tornare ancora una volta l’anticiclone africano. Come si evince dagli ultimi aggiornamenti dei modelli previsionali, l’affondo di una vasta saccatura nord-atlantica sull’Europa occidentale verso il 15-16 Agosto dovrebbe richiamare masse d’aria molto calde di matrice sub-tropicale verso il Mediterraneo centrale.

L’Italia sembra destinata a trovarsi ancora una volta sotto l’azione diretta del rovente anticiclone nord-africano, che andrebbe a coinvolgere però maggiormente il centro-sud, con una nuova intensa ondata di caldo soprattutto da Martedì-Mercoledì della prossima settimana. Il Nord invece dovrebbe essere lambito da correnti atlantiche vivendo una fase di caldo moderato e col transito di temporali, più frequenti sui settori alpini e di nord-ovest.

Dunque almeno le regioni settentrionali potrebbero essere questa volta risparmiate dal caldo estremo e della temperature roventi che hanno caratterizzato fin qui gran parte del periodo estivo. Data la distanza temporale vi sono però ancora molte incertezze su questa previsione: un ruolo chiave lo avrà il flusso nord-atlantico e quanto si abbasserà di latitudine. Da ciò dipenderà quanto sarà forte e dove colpirà maggiormente la rimonta dell’anticiclone africano. Nei prossimi giorni potremo inoltre capire la durata di questa nuova ondata di caldo.

Modello Ecmwf: forte rimonta dell’anticiclone africano al centro-sud la prossima settimana, Nord Italia ai margini, sotto l’afflusso di correnti più miti di origine atlantica