Eruzione Stromboli, continuano flussi di lava e crolli: il VIDEO del crollo della terrazza craterica

10 Ottobre 2022, ore 12:17

Continua ad essere in fermento lo Stromboli, alle isole Eolie, con nuovi flussi di lava, esplosioni e crolli registrati nelle ultime ore, dopo l’intenso evento eruttivo nella mattinata di ieri. L’Osservatorio etneo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, che monitora il vulcano 24 ore su 24, registra comunque un rallentamento del fenomeno: i flussi di lava, poco alimentati, non raggiungono più il mare e si fermano a una quota di circa 400 metri, rilevano gli esperti.

Un ulteriore crollo parziale è stato registrato stamane nel settore centrale dell’area craterica. Lo rende noto il Laboratorio di Geofisica sperimentale dell’Università di Firenze, uno dei Centri di competenza che sorvegliano il vulcano eoliano. Il crollo ha prodotto un aumento del tremore fino a valori molto alti e l’impatto del materiale in mare ha generato un’onda di tsunami al di sotto della soglia di allarme.

Dal punto di vista sismico, nelle ultime 24 ore, l’ampiezza media del tremore vulcanico ha mostrato varie fluttuazioni, oscillando principalmente, nei livelli medio-basso e medio-alto. Al momento l’ampiezza del tremore si attesta nel livello medio-basso.

“Siamo assolutamente preparati – dice all’Adnkronos il sindaco di Lipari, Riccardo Gullo – Sappiamo che questa è una fase parossistica e la seguiamo con attenzione. Sull’isola in questo momento ci sono circa 600 persone tra residenti e turisti ma sono tutti tranquilli perché dal lato dell’abitato non ci sono fenomeni così forti da mettere in allerta”.

Intanto, l’allerta per il vulcano è passata da gialla ad arancione. Come previsto dal Piano Emergenza Stromboli del 2015, il livello arancione prevede un innalzamento del livello di attenzione, una maggiore distanza dalla costa per le imbarcazioni, un monitoraggio continuo dell’evolversi della situazione e l’attivazione del Coc (Centro operativo comunale).

Vi lasciamo con il filmato (realizzato dalle telecamere del laboratorio di geofisica dell’Università di Firenze) del momento esatto del crollo parziale della terrazza craterica, avvenuto con l’intensa eruzione di ieri, 9 Ottobre.

[youtube v=”qHvwDiIS44g”]