Home > Terremoti e vulcani > Forte terremoto nelle Marche: ci sono danni, crolli alla stazione di Ancona [LIVE]

Forte terremoto nelle Marche: ci sono danni, crolli alla stazione di Ancona [LIVE]

9 Novembre 2022, ore 8:42

Una intensa scossa di terremoto si è verificata al Centro Italia oggi alle ore 7:07 davanti alla costa marchigiana. Il sisma, di magnitudo 5.7 secondo INGV, ha avuto epicentro a una trentina di chilometri dalla zona di Pesaro-Fano.

Il terremoto ha dato vita poi a una intensa sequenza sismica, ora in atto, con numerose e ravvicinate scosse di terremoto di intensità minore.

Vai alla pagina TERREMOTI IN TEMPO REALE per il monitoraggio di tutte le scosse in Italia

La forte scossa è stata avvertita nettamente nelle Marche, specialmente nell’area settentrionale della regione, e nella vicina Romagna. Ma il sisma ha fatto tremare gran parte del Centro-Nord, facendosi sentire anche a Roma.

Segnalati danni

Nelle Marche la gente è scesa in strada e sono numerose le segnalazioni ai vigili del fuoco di crepe e fessurazioni nelle pareti di abitazioni. In particolare i vigili del fuoco di Ancona segnalano che la clinica privata Villa Igea sta evacuando parzialmente la struttura. Inoltre ci sono crolli anche nella stazione di Ancona.

Scuole chiuse

In diverse città delle Marche sono state precauzionalmente sospese le lezioni scolastiche e universitarie. In particolare a Fano, Pesaro, Senigallia e Ancona scuole chiuse le scuole di ogni ordine e grado. La sindaca di Ancona Valeria Mancinelli, ha comunicato che “in via precauzionale vengono sospese le lezioni di tutte le scuole della città, di ogni ordine e grado, dai nidi alle superiori. Anche l’Università resta chiusa.

Treni fermi ad Ancona

Traffico ferroviario sospeso in via precauzionale nei pressi di Ancona, sulla Linea adriatica, per sospetti danni ai binari e per svolgere verifiche dopo le forti scosse di terremoto che si sono succedute nelle Marche: almeno quattro con epicentro sulla costa marchigiana nella zona di Fano (Pesaro Urbino) di cui la prima di magnitudo 5.7 alle 7:07 percepite anche nel sud delle Marche. Al Vvf arrivate anche segnalazioni di ascensori bloccati e caduta di calcinacci. Intanto molti sono scesi in strada e c’è molta paura tra la popolazione.

Seguiranno aggiornamenti costanti nelle prossime ore.