Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Previsioni meteo: vortice ciclonico nel week-end, forte maltempo e rischio nubifragi fra Sicilia e Calabria

Previsioni meteo: vortice ciclonico nel week-end, forte maltempo e rischio nubifragi fra Sicilia e Calabria

25 Novembre 2022, ore 11:18

Si avvicina una nuova fase di intenso maltempo per le regioni centro-meridionali ad opera di una perturbazione proveniente dal nord-atlantico che andrà a scavare una depressione ben strutturata nell’area del Tirreno meridionale nella giornata di Sabato 26 Novembre.

Tale depressione, alimentata da aria via via più fredda in afflusso da nord-est, apporterà piogge e locali temporali su gran parte del Centro-Sud domani: Sardegna, Lazio, Abruzzo e Meridione saranno le aree interessate. Qualche pioggia, nella prima parte di Sabato, potrà spingersi anche su Marche e Romagna. Nevicate imbiancheranno l’Appennino in genere al di sopra dei 1200-1300 metri di quota. Stabile invece su tutto il Settentrione.

Sabato maltempo diffuso al Centro-Sud: i fenomeni più intensi colpiranno Sicilia e Calabria, con accumuli ben più abbondanti spetto agli altri settori.
Domenica la perturbazione scivolerà verso lo Ionio apportando gli ultimi fenomeni fra Sicilia e Calabria, ancora intensi nella prima parte del giorno.
Fonte: Lamma Toscana

Il centro di bassa pressione si sposterà abbastanza velocemente verso lo Ionio fra la seconda parte di Sabato e Domenica. Secondo gli ultimi aggiornamenti la sua traiettoria sarà più meridionale rispetto a quanto previsto nei giorni scorsi. Per tanto i fenomeni più marcati andranno a colpire Sicilia e Calabria, mentre saranno meno interessate le regioni più a nord come Basilicata, Campania e Puglia, dove le piogge non mancheranno, ma risulteranno meno organizzate e intense.

La fase clou del peggioramento sarà proprio fra il pomeriggio-sera di Sabato e la mattina di Domenica quando precipitazioni abbondanti e a carattere di persistenza colpiranno i settori centro-orientali della Sicilia e la Calabria, con accumuli anche ingenti sui settori ionici. Su queste aree si raccomanda prudenza per il rischio concreto di nubifragi e condizioni di dissesto idro-geologico.

Le condizioni meteo miglioreranno gradualmente nella seconda parte di Domenica, con gli ultimi fenomeni, via via più blandi, all’estremo Sud. Sul resto d’Italia, al Centro-Nord, il tempo sarà stabile con cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi: da segnalare soltanto un clima più freddo con temperature in calo e gelate che nella mattinata di Domenica potranno verificarsi fino in pianura e a fondovalle.