Home > Previsioni Meteo > Meteo a medio termine > Previsioni meteo, altro che bianco Natale! Laricchia: “anticiclone africano in arrivo durante le feste”

Previsioni meteo, altro che bianco Natale! Laricchia: “anticiclone africano in arrivo durante le feste”

by Redazione InMeteo
17 Dicembre 2022 - 12:26

La forte perturbazione che ha riportato la neve a bassa quota al nord e tanto scirocco al sud sta pian piano volgendo al termine sotto la spinta dell’anticiclone. Le ultime note instabili saranno presenti tra oggi e domani principalmente sul medio-basso Adriatico, ma con tendenza ad una rapida attenuazione dei fenomeni.

Da lunedì si aprirà un periodo molto più stabile, eccezion fatta per un possibile rapidissimo guasto tra mercoledì 21 e giovedì 22. “I giorni che ci traghetteranno a Natale saranno molto stabili su quasi tutta Italia per l’incombenza dell’anticiclone africano” esordisce l’esperto tecnico meteorologo Raffaele Laricchia.

Che Natale sarà? “È vero che mancano ancora parecchi giorni a Natale, ma la linea di tendenza è palesemente a favore della stabilità e di un regime anticiclonico nel Mediterraneo non solo per il 25 dicembre ma anche per i giorni antecedenti. Se escludiamo l’ipotetico veloce passaggio instabile del 21-22 dicembre, l’anticiclone africano sarà protagonista su gran parte d’Italia dal 23 al 25 dicembre”.

Ci sono ancora possibilità di un bianco Natale? “Beh, stiamo pur sempre parlando di tendenze, però le possibilità che possano arrivare ondate di maltempo e neve nel giorno di Natale scendono di ora in ora sempre più. Questa linea di tendenza è condivisa da tutti i principali modelli matematici ed anche dalle medie degli scenari, che si riferiscono alla previsione mediamente più probabile.”

Quindi sarà un caldo Natale? “Caldo proprio no, ma con un promontorio anticiclonico sub-tropicale di questo tipo potremmo imbatterci in temperature superiori alle medie del periodo su buona parte d’Italia. Paradossalmente potrebbe farà più caldo in montagna che in pianura: anzi, proprio le pianure e le valli saranno spesso sovrastate da nubi basse e nebbie che renderebbero il clima più freddo e uggioso (specie al nord). Sopra queste nebbie, sui monti, avremmo cieli sereni e clima molto più gradevole. In ogni caso le regioni del sud sarebbero quelle più interessate dall’aria più tiepida sub-tropicale, la quale farebbe impennare le temperature oltre i 15-16°C in pianura e sulle coste. “

E dopo Natale cosa succederà? “Troppo presto per dirlo, subito dopo Natale gli scenari diventano molto più variegati e opposti tra loro, per cui occorrerà attendere ancora qualche giorno per realizzare una tendenza affidabile”.