Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Irruzione FREDDA alle porte, Laricchia: “vi spiego dove nevicherà in pianura”

Irruzione FREDDA alle porte, Laricchia: “vi spiego dove nevicherà in pianura”

by Francesco Ladisa

METEO – Le forti raffiche di libeccio che nelle ultime ore hanno sferzato i settori tirrenici centro-settentrionali, che hanno accompagnato piogge e rovesci, sono solo i primi fenomeni legati al vasto nucleo freddo di origine polare che sta interessando l’Europa centrale. Una saccatura legata a questa grande massa d’aria fredda sta affondando proprio in questi minuti sul Mediterraneo e sarà proprio questa l’artefice del tanto maltempo dei prossimi giorni (che già vi avevano anticipato qui).

Oltre le piogge ci saranno anche venti forti e nevicate, a quote via via sempre più basse di giorno in giorno, man mano che affluirà l’aria fredda polare. Ma nevicherà anche in pianura? Lo chiediamo al tecnico meteorologo Raffaele Laricchia, disponibile come sempre per un’interessante chiacchierata sul tempo per i prossimi giorni. “Si, ci sarà la neve in pianura ma solo per alcune regioni e soprattutto in giorni diversi”.

Quando ci saranno queste occasioni nevose? “La prima proprio domani, martedì 17, quando il fronte freddo in arrivo al nord regalerà nevicate in pianura tra Emilia e Lombardia. I fenomeni giungeranno tra la tarda mattina e il pomeriggio e potranno imbiancare diverse località tra reggiano, parmense, piacentino e la Lombardia. Saranno poche ore di neve, quindi gli accumuli si riveleranno abbastanza blandi (non oltre 5-10 cm). Fioccate coreografiche sono attese anche in Piemonte, mentre in Liguria e Trentino nevicherà in collina e nei fondovalle. “

Nevicherà a Milano? “Penso proprio di sì, ma non dovremo aspettarci accumuli rilevanti soprattutto nel centro cittadino. Più probabile un’imbiancata nei quartieri periferici”.

E sul resto d’Italia? “Riferendoci a domani, nevicherà solo in alta quota, oltre i 1000-1500 metri in Appennino.”

Nei prossimi giorni sono previste altre nevicate? “Beh siamo solo agli inizi del peggioramento. La settimana è ancora molto lunga, pertanto cappotti e ombrelli saranno nostri fedeli alleati. Un’altra perturbazione, ancor più fredda, arriverà da giovedì e sarà proprio questa a determinare un diffuso calo della quota neve. Al momento sembra possa nevicare su Emilia, Veneto, Trentino alto Adige, Friuli e bassa Lombardia nella giornata di giovedì, poi tra venerdì e sabato i fiocchi potrebbero spingersi fino in bassa collina (200-300 m circa) su Marche, Abruzzo, Umbria, Molise, zone interne della Toscana. La neve farà la sua comparsa anche al sud, ma la quota neve è ancora tutta da decifrare. Certo è che le pianure e le coste vedranno solo pioggia sul Meridione, così come su Campania e Lazio.”

A cura di Francesco Ladisa