Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Meteo Protezione Civile 21 Gennaio 2023: maltempo e neve abbondante al Centro-Sud

Meteo Protezione Civile 21 Gennaio 2023: maltempo e neve abbondante al Centro-Sud

by Francesco Ladisa

La giornata di domani sarà caratterizzata ancora da condizioni di tempo perturbate al Centro-Sud, con freddo e nevicate fino a bassa quota, localmente in pianura, al Centro-Sud.

Ecco il bollettino meteo elaborato dalla Protezione Civile:

Previsioni meteo Sabato 21 Gennaio 2023

Precipitazioni: 

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Abruzzo, Molise e Calabria tirrenica centro-settentrionale, con quantitativi cumulati moderati;

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Marche, Puglia settentrionale, Campania meridionale, Basilicata tirrenica, resto della Calabria e sulla Sicilia settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio, sul resto del Sud, su Lazio meridionale ed orientale, Umbria orientale, Romagna e sulla Sardegna, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: in calo fino a quote di bassa collina/pianura su Romagna e Marche, al di sopra dei 400-600 m su Umbria e Lazio, con apporti al suolo da deboli a moderati, in calo fino a 200-400 m, su Abruzzo e Molise con apporti al suolo da moderati ad abbondanti; al di sopra dei 600-800 m sulle regioni meridionali, con apporti al suolo da deboli a moderati.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in locale sensibile diminuzione al Nord-Est; massime in locale sensibile diminuzione sulle regioni adriatiche centro-meridionali.

Venti: forti dai quadranti settentrionali su Sardegna, sule regioni centrali e al Nord-Est, con raffiche di burrasca sulle aree adriatiche e localmente su Liguria, Toscana e alto Lazio; da forti a burrasca dai quadranti occidentali su Sicilia, Calabria, Puglia e localmente sulla Basilicata; tutti in graduale attenuazione pomeridiana, ad eccezione delle zone dell’Alto Adriatico.

Mari: da agitati a molto agitati il Mare ed il Canale di Sardegna, il Tirreno meridionale e lo Stretto di Sicilia, con residue mareggiate e moto ondoso in graduale attenuazione; localmente agitati i restanti bacini centro-meridionali, molto mossi quelli settentrionali, tendente ad agitato l’alto Adriatico.

A cura di Francesco Ladisa