Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Previsioni meteo, la primavera meteorologica parte con freddo e maltempo?

Previsioni meteo, la primavera meteorologica parte con freddo e maltempo?

28 Febbraio 2023, ore 13:52

Ebbene sì, l’inverno ha deciso di rimettersi in pista proprio sul finire della stagione. Quando mancano ormai poco più di 24 ore al termine dell’inverno meteorologico ecco che freddo, piogge e nevicate sono tornate a far visita all’Italia. Potrebbe sembrare una stranezza, ma non è affatto così considerando che proprio tra febbraio e marzo spesso e volentieri l’Italia è sede di importanti ondate di maltempo e di freddo.

Tutto normale poiché sul finire della stagione il vortice polare tende gradualmente a disfarsi e a rilasciare ondate di freddo anche importanti verso le basse latitudini. Ovviamente non è scritto da nessuna parte che l’Italia debba essere colpita da altre ondate di freddo nelle prossime settimane, ma semplicemente la possibilità che questo avvenga è da mettere in conto, soprattutto ora che la vivacità atmosferica aumenterà sensibilmente grazie agli effetti del forte stratwarming avvenuto negli ultimi giorni.

Ci riferiamo ad un “riscaldamento della stratosfera” che apporterà delle modifiche all’impianto generale delle correnti. Grandi masse d’aria fredda tenderanno a riversarsi dal Canada-Polo nord verso la Siberia e l’Europa settentrionale già dai primi giorni di marzo. A seguire, tra 5 e 10 del mese, queste correnti gelide potrebbero sfiorare l’Italia.

Le probabilità che questa vastissima massa gelida possa investire l’Italia è al momento piuttosto bassa per il semplice motivo che per la discesa di depressioni estesissime verso le basse latitudini occorre una grande affluenza d’aria mite verso le regioni polari sul settore atlantico. Non è per nulla facile che ciò avvenga: infatti la maggior parte delle volte in cui l’Italia viene coinvolta da ondate di freddo e neve si tratta di perturbazione di medio-piccola dimensione.

In conclusione, dopo tante parole vi informiamo che almeno fino al 10 marzo sarà molto difficile osservare ondate di freddo degne di nota in grado di portare la neve a bassa quota. Più facile, invece, l’arrivo di altre ondate di maltempo con pioggia per le basse quote e neve per le montagne. Insomma vivremo comunque un contesto freddo e instabile, tutt’altro che primaverile!
Fino al 4 marzo il maltempo è decisamente confermato, mentre per il prosieguo occorreranno ulteriori aggiornamenti.