Previsioni meteo: nel weekend torna il freddo, non mancherà l’instabilità

1 Dicembre 2023, ore 15:26

L’Italia è attualmente interessata da un richiamo di correnti molto miti sud-occidentali che hanno provocato un’impennata delle temperature in particolar modo sulle regioni centro-meridionali.

Come preannunciato nei precedenti editoriali si tratta però di una “scaldata” temporanea che nel corso del weekend lascerà il posto a un netto raffreddamento grazie alla discesa di una massa d’aria di origine artica, attualmente oltralpe, che Sabato raggiungerà il Nord e poi Domenica dilagherà sul resto d’Italia apportando un generale calo termico.

Ci sarà spazio anche per dell’instabilità, soprattutto nella giornata di Sabato al Centro-Nord per la presenza di un centro di bassa pressione attivo sul Settentrione. Domenica invece le correnti artiche più secche porteranno un miglioramento del tempo su gran parte d’Italia, a parte della locale instabilità che potrà ancora interessare alcune zone del Centro-Sud. Ma vediamo il tempo previsto Sabato e Domenica nel dettaglio:

Sabato 2 Dicembre – Perturbazione in transito al Centro-Nord, al mattino instabile fra Lombardia e Nord-Est e al Centro, specie Toscana e Umbria, con temporali anche forti. Graduale miglioramento nel pomeriggio con residui fenomeni al Nord-Est che potranno assumere carattere nevoso fino a quote collinari grazie all’ingresso di aria più fredda. Tempo più stabile, in genere asciutto, sulle due Isole Maggiori e al Sud, con alternanza di nubi e schiarite. Temperature che risulteranno ancora miti al Sud dove potremo toccare punte di 20 gradi; in progressivo calo al Centro-Nord specie dal pomeriggio-sera. Venti in prevalenza sostenuti dai quadranti occidentali, ingresso di venti di bora al Nord-Est in serata.

Domenica 3 Dicembre – Condizioni meteo in netto miglioramento al Centro-Nord col sole che tornerà a splendere pur con un clima rigido. Variabile con frequenti annuvolamenti invece sul medio-basso Adriatico e al Sud, associati a qualche rovescio specie su Abruzzo, Puglia e sulla Sicilia tirrenica. Freddo in espansione su tutta la penisola con temperature in sensibile diminuzione: massime intorno ai 4-6 gradi al Nord, non oltre i 14-15 gradi in generale al Centro-Sud. Gelate diffuse in Pianura Padana e nelle valli del Centro. Ventilazione debole-moderata dai quadranti settentrionali.