Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Previsioni meteo: robusto anticiclone a inizio settimana, poi rischio irruzione artica

Previsioni meteo: robusto anticiclone a inizio settimana, poi rischio irruzione artica

14 Dicembre 2023, ore 22:14

L’Italia è interessata attualmente da una perturbazione di origine nord-atlantica che sta apportando instabilità diffusa sulle regioni del Centro-Sud. Al contempo sta affluendo anche aria fredda che proviene dalle latitudini settentrionali europee, che fra domani e Sabato apporterà un sensibile calo delle temperature, associato anche a tesi venti dai quadranti settentrionali.

Il maltempo tuttavia ha le ore contate. Le condizioni meteo infatti volgeranno verso un miglioramento sul finire della settimana. Fra Domenica 17 e Lunedì 18 un possente campo di alta pressione in progressiva espansione da ovest si estenderà su tutta la penisola e farà tornare il bel tempo sulla quasi totalità del paese. A parte nebbie diffuse in Pianura Padana e locali addensamenti sui rilievi del Sud il sole tornerà ad essere protagonista. Le temperature inoltre tenderanno ad aumentare, soprattutto nelle aree montuose, mentre al suolo l’aumento termico sarà molto più contenuto, soprattutto sul Centro-Nord dove si innescherà una pronunciata inversione termica.

Quanto durerà l’anticiclone? Secondo le proiezioni attuali la fase stabile dovrebbe protrarsi fino a Martedì 19. A seguire, fra Mercoledì 20 e Giovedì 21 la struttura anticiclonica potrebbe indebolirsi e favorire il ritorno di nubi e qualche pioggia occasionale. Le temperature in questa fase non dovrebbe subire grosse variazioni.

Resta aperto invece lo scenario per il periodo successivo. I modelli di previsione lasciano intuire la possibilità di un’irruzione di aria fredda di origine artica verso il bacino del Mediterraneo che potrebbe riportare l’inverno in grande stile sulla nostra penisola. Tuttavia questa è per ora solo di un’ipotesi, che andrà verificata nel corso dei prossimi aggiornamenti. Le previsioni per i giorni a ridosso di Natale restano infatti estremamente incerte.