Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Il Tempo si stabilizza: Alta Pressione e temperature in aumento dal 17 Dicembre

Il Tempo si stabilizza: Alta Pressione e temperature in aumento dal 17 Dicembre

15 Dicembre 2023, ore 15:06

Dopo un periodo caratterizzato da instabilità atmosferica, l’orizzonte meteorologico si schiarisce con l’arrivo di una robusta alta pressione che conquisterà tutta la penisola a partire da Domenica 17 dicembre. Questo cambiamento promette una fase di tempo più stabile e condizioni climatiche più miti, specialmente sulle aree di alta collina e montagna del nostro paese.

Fra Domenica e i primi giorni della settimana, sulle Alpi le temperature potrebbero raggiungere valori molto elevati per il periodo, con massime attorno ai 12-14 gradi a circa 1500 metri di quota. Questa non è una notizia positiva per i nostri ghiacciai e il manto nevoso che potrebbe accusare questo riscaldamento improvviso e marcato.

Nelle aree di pianura invece l’inversione termica limiterà l’aumento delle temperature, mantenendo un certo grado di freschezza. A questo contribuiranno anche nebbie e nubi basse diffuse, in particolar modo sulla Pianura Padana. Il sole invece sarà predominante nelle regioni del Centro-Sud, a parte qualche addensamento sui rilievi. Complice questo soleggiamento si raggiungeranno massime intorno ai 14-16 gradi nelle zone costiere e pianeggianti.

La previsioni aggiornate indicano che l’alta pressione si manterrà stabile fino a martedì/mercoledì, garantendo un periodo tranquillo dal punto di vista meteorologico. Tuttavia, le prospettive per il periodo successivo rimangono incerte, con indicazioni di un possibile indebolimento dell’alta pressione.

La durata di questa fase stabile sarà fondamentale per determinare le condizioni meteorologiche nei giorni seguenti. Un indebolimento dell’alta pressione potrebbe portare a cambiamenti nelle condizioni atmosferiche con l’arrivo di un peggioramento, forse anche il ritorno del freddo, ma al momento le previsioni sono soggette a incertezze.

Seguiranno aggiornamenti come sempre qui su InMeteo.net