Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Meteo: analisi Ecmwf, ecco le previsioni per Natale 25 Dicembre

Meteo: analisi Ecmwf, ecco le previsioni per Natale 25 Dicembre

18 Dicembre 2023, ore 13:14

Analizziamo la situazione meteo prevista per la giornata di Natale attraverso gli ultimi aggiornamenti del Modello Ecmwf. La cartina meteorologica qui allegata rappresenta una proiezione del modello ECMWF (European Centre for Medium-Range Weather Forecasts). La mappa è datata domenica 17 dicembre 2023 e mostra le previsioni valide per il giorno di Natale, lunedì 25 dicembre 2023.

La mappa si focalizza sulla geopotenziale a 500 hPa, una misura che ci indica l’altezza a cui si trova la pressione di 500 hPa nella troposfera, e sulle isobare che indicano la pressione al suolo in hPa (ettapascal). Questi due elementi sono fondamentali per gli esperti meteorologi per interpretare i movimenti dei sistemi di alta e bassa pressione e per prevedere i cambiamenti del tempo.

Analisi della cartina: dalla mappa si osserva un vasto sistema di bassa pressione centrato sul Nord Europa, con un nucleo di pressione particolarmente bassa, suggerito dalle isobare strette e concentriche, che si estende verso est. Questo sistema di bassa pressione potrebbe portare condizioni meteorologiche instabili e potenzialmente severe in queste aree, con probabili venti forti e precipitazioni abbondanti.

Al contrario, un’area di alta pressione sembra stabilizzarsi sul Sud Europa e sul Mediterraneo. Le isobare più distanziate indicano un tempo più stabile e tranquillo, con minori probabilità di precipitazioni e condizioni più serene. È probabile che il clima qui sia più secco e più mite rispetto alle regioni a nord.

Previsioni per l’Italia: per la nostra penisola, sembra quindi profilarsi un Natale tranquillo sotto l’egida dell’alta pressione. La maggior parte del paese dovrebbe godere di tempo soleggiato o parzialmente nuvoloso, con temperature leggermente al di sopra della media stagionale. Tuttavia, la presenza di alta pressione potrebbe anche favorire la formazione di nebbie mattutine nelle valli e nelle pianure, che dovrebbero dissolversi nel corso della giornata. I valori più miti potrebbero essere registrati al Centro-Sud, specie sulle isole.

Invitiamo a seguire gli aggiornamenti futuri in quanto le previsioni potrebbero subire delle variazioni anche significative.