Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Previsioni meteo: scenari preoccupanti per il proseguo di Dicembre, vi spieghiamo il perché

Previsioni meteo: scenari preoccupanti per il proseguo di Dicembre, vi spieghiamo il perché

18 Dicembre 2023, ore 18:56
Meteo previsioni preoccupanti

Le ultime uscite dei modelli meteorologici, tra cui il rinomato Global Forecast System (GFS), delineano uno scenario potenzialmente preoccupante per le prossime settimane in Italia e su gran parte del bacino del Mediterraneo. La persistenza di un’alta pressione molto marcata, si prevede, porterà a una fase di forte stabilità atmosferica e temperature superiori alla media stagionale, con anomalie particolarmente evidenti in quota e nelle regioni centrali e meridionali del Paese.

L’alta pressione, fenomeno atmosferico generalmente associato a tempo soleggiato e secco, potrebbe imporsi con una tenacia inusuale per il periodo, potenzialmente estendendo i suoi effetti ben oltre il periodo natalizio. Secondo le previsioni attuali, questo anticiclone potrebbe ancorarsi sul Mediterraneo e sull’Italia fino alla fine del mese, prolungandosi forse fino al 28-29 dicembre. Una simile configurazione barica suggerisce un’assenza prolungata di precipitazioni, elemento di particolare rilievo considerando le necessità idriche delle regioni agricole e la ricarica dei bacini idrografici, nonostante un autunno abbastanza generoso con le piogge su diverse zone d’Italia.

La prospettiva di un clima più caldo del normale è altresì motivo di attenzione per le conseguenze che può avere sulla biodiversità e sugli ecosistemi, nonché sull‘inquinamento urbano, dato che condizioni di alta pressione possono portare a una minore dispersione degli inquinanti atmosferici. Questo può avere ripercussioni dirette sulla salute pubblica, specialmente per le fasce più vulnerabili della popolazione, come anziani e bambini, o persone affette da patologie respiratorie.

Di contro (magra consolazione), il clima insolitamente mite può offrire una tregua per le spese di riscaldamento e può essere accolti con favore dai turisti e dagli operatori turistici, specialmente in quelle località dove il sole invernale è un attrattore non trascurabile.

La sicurezza delle previsioni a lungo termine, tuttavia, porta con sé un grado di incertezza non indifferente. Le previsioni per il periodo oltre il giorno di Natale diventano meno affidabili, nonostante l’avanzamento tecnologico e la precisione crescente dei modelli a disposizione dei meteorologi. I cambiamenti repentini e le oscillazioni imprevedibili dei modelli atmosferici possono infatti ribaltare le previsioni anche in una manciata di giorni.

In conclusione, il panorama meteorologico per le prossime settimane si annuncia atipico grazie alla persistenza di un campo di alta pressione che potrebbe stazionare ben oltre Natale sul nostro paese, portando stabilità prolungata e temperature sopra la media.