Home > Terremoti e vulcani > Eruzione in Islanda: gas tossici minacciano Reykjavik

Eruzione in Islanda: gas tossici minacciano Reykjavik

L'eruzione vulcanica nella penisola di Reykjanes solleva preoccupazioni per la sicurezza a Reykjavik a causa di possibili inquinamenti da gas.

19 Dicembre 2023, ore 21:00
Eruzione in Islanda

L’eruzione vulcanica che ha avuto inizio lunedì sera nella penisola di Reykjanes in Islanda sta generando allarme per l’emissione di notevoli quantità di gas tossici. Questi gas, secondo le previsioni, potrebbero raggiungere la capitale islandese, Reykjavik, entro martedì sera o al più mercoledì mattina.

L’eruzione, che sta interessando la penisola di Reykjanes, nel sud-ovest dell’Islanda, segue settimane di intensa attività sismica che ha già portato all’evacuazione della città di Grindavík. Le autorità hanno registrato l’emissione di lava e fumo, che sono stati proiettati in aria per oltre 100 metri, tuttavia l’intensità eruttiva nelle ultime ore sembra diminuire.

L’Ufficio meteorologico islandese ha emesso oggi un avviso, dichiarando che “l’inquinamento da gas potrebbe essere notato nella zona della capitale stanotte o al mattino tardi”. A seguito di questa situazione, è in corso l’elaborazione di una nuova scheda di valutazione dei rischi, che sarà rilasciata per informare meglio il pubblico sui potenziali pericoli.

Gli esperti hanno espressamente avvertito i turisti e i residenti locali di evitare il sito dell’eruzione, a causa dei rischi associati ai gas tossici rilasciati.