Home > Astronomia > Il Solstizio d’Inverno 2023 è alle porte: ecco data e spiegazioni del fenomeno

Il Solstizio d’Inverno 2023 è alle porte: ecco data e spiegazioni del fenomeno

19 Dicembre 2023, ore 12:33
Solstizio d'Inverno

Il 22 dicembre alle 04:27 segna un momento significativo nel calendario astronomico, il solstizio d’inverno. Mentre la stagione invernale dal punto di vista meteorologico ha già avuto inizio il 1° dicembre, il solstizio d’inverno rappresenta l’inizio ufficiale dell’inverno dal punto di vista astronomico. Ma cosa significa esattamente questo evento e quali sono le implicazioni che ha sulla nostra vita quotidiana? Andiamo subito a vedere.

Un fenomeno astronomico legato all’inclinazione terrestre

Il solstizio d’inverno è un fenomeno astronomico fondato sull’inclinazione dell’asse di rotazione della Terra rispetto al piano orbitale. In questo particolare giorno, l’asse terrestre è inclinato al massimo rispetto al piano orbitale (l’orbita che la Terra descrive attorno al Sole), il che significa che le regioni settentrionali del nostro pianeta sperimentano il giorno più corto dell’anno e la notte più lunga. Questo fenomeno si verifica perché, in questa posizione, l’emisfero settentrionale è inclinato lontano dal Sole, riducendo la durata del giorno. Nello specifico l’asse terrestre è inclinato di circa 23,5 gradi rispetto al piano orbitale.

Le giornate iniziano ad allungarsi

Il solstizio d’inverno, quindi, segna anche l’inizio del graduale allungamento delle giornate. A partire da questa data, l’inclinazione dell’asse terrestre consente a una maggiore quantità di luce solare di raggiungere l’emisfero settentrionale, portando con sé la promessa di giorni più lunghi e luminosi.

Differenza tra Solstizio e Equinozio

È importante distinguere tra solstizi ed equinozi. Mentre i solstizi segnano i punti in cui l’asse terrestre è inclinato al massimo rispetto al piano orbitale, gli equinozi avvengono quando l’asse terrestre è perpendicolare al raggio del Sole. Gli equinozi, che si verificano solitamente intorno al 20 o 21 marzo e al 22 o 23 settembre, portano a giorni e notti di uguale durata in tutto il mondo.

Il Cambio di stagione celebrato in tutto il Mondo

Il solstizio d’inverno ha una storia ricca di celebrazioni e rituali in molte culture e epoche diverse. Antichi monumenti come Stonehenge in Inghilterra sono stati progettati in modo da allinearsi con i raggi del sole durante questo evento, dimostrando l’importanza di questo giorno per le antiche civiltà. Anche le moderne festività natalizie spesso coincidono con il solstizio, contribuendo a portare luce e calore nelle fredde giornate invernali attraverso tradizioni come l’illuminazione di alberi di Natale e l’accensione di candele.

Previsioni meteo: cosa aspettarsi quest’anno

Per quanto riguarda il meteo, quest’anno il solstizio d’inverno sembra coincidere con un periodo di stabilità atmosferica. L’alta pressione dovrebbe garantire un tempo prevalentemente stabile anche se non mancheranno le nubi, soprattutto sulle regioni occidentali della penisola. L’aria sarà mite, con temperature mediamente più alte della norma. Questo clima dovrebbe protrarsi anche nei giorni di Natale.