Home > Previsioni Meteo > Meteo a medio termine > Meteo: anticiclone più duro del previsto? Gli aggiornamenti portano novità per fine anno

Meteo: anticiclone più duro del previsto? Gli aggiornamenti portano novità per fine anno

26 Dicembre 2023, ore 10:29
previsioni meteo cambiamenti fine anno

Le previsioni meteo per la fine del 2023 in Italia hanno subito un importante cambiamento nelle ultime ore. Contrariamente a quanto riportato precedentemente, le nuove analisi dei modelli ECMWF e GFS suggeriscono che il possibile peggioramento del tempo atteso per la fine dell’anno potrebbe non verificarsi.

Inizialmente, si prevedeva un’invasione di aria fredda e instabile proveniente dal Nord-Atlantico, con un conseguente peggioramento delle condizioni meteo in Italia. Tuttavia, gli ultimi aggiornamenti indicano una probabile persistenza dell’alta pressione anche negli ultimi giorni dell’anno, il che modifica sostanzialmente le aspettative per il periodo festivo.

Questo cambiamento meteorologico è dovuto al fatto che il flusso instabile atlantico, precedentemente previsto riuscire a influenzare il tempo in Italia, dovrebbe rimanere confinato a nord delle Alpi. Di conseguenza, l’alta pressione continuerà a dominare sull’area mediterranea, impedendo l’arrivo di perturbazioni e quindi del maltempo.

Per quanto riguarda le condizioni meteo specifiche negli ultimi giorni dell’anno, dal 29 al 31 dicembre, ci si aspetta che l’alta pressione, anche se leggermente indebolita, possa garantire ancora condizioni di generale stabilità. Le temperature rimarranno piuttosto miti, soprattutto al centro e al sud dell’Italia. Si prevede un’alternanza di sole e nuvolosità più diffusa, specialmente al centro-nord, ma a parte qualche piovasco sui settori tirrenici il tempo dovrebbe risultare ampiamente asciutto e stabile.

A ogni modo, viste le ultime radicali variazioni nei modelli previsionali, è importante sottolineare che la situazione potrebbe ancora evolvere. La possibilità di pioggia e maltempo inoltre non è esclusa per i primi giorni di gennaio, quando il flusso instabile atlantico potrebbe riuscire finalmente a scardinare l’alta pressione, ma per avere certezze in merito sarà necessario attendere ulteriori aggiornamenti.

In conclusione, la fine dell’anno potrebbe trascorrere con un tempo ancora stabile e tranquillo, mentre sfuma l’ipotesi maltempo diffuso. Questo cambiamento di scenario mette in luce l’incertezza intrinseca nelle previsioni meteorologiche, soprattutto quando si tratta di periodi temporali più lunghi. Pertanto, si consiglia di continuare a seguire gli aggiornamenti per rimanere informati sulle ultime evoluzioni del tempo.