Home > Astronomia > Quasar: origine, caratteristiche di questi misteriosi oggetti celesti

Quasar: origine, caratteristiche di questi misteriosi oggetti celesti

30 Dicembre 2023, ore 20:02
Quasar

In questo articolo esploreremo un affascinante argomento dell’astronomia: i quasar, misteriosi oggetti celesti che emettono incredibili quantità di energia e luce nel cuore delle galassie lontane. I quasar rappresentano uno dei fenomeni più enigmatici e potenti dell’universo.

Cos’è un quasar?

Il termine “quasar” è una contrazione di “quasi-stellar radio source”, che in italiano significa “sorgente quasi stellare radio”. Questi oggetti sono chiamati “quasi-stellari” perché, quando furono scoperti per la prima volta negli anni ’60, sembravano punti luminosi simili a stelle nei telescopi, ma con caratteristiche spettrali molto diverse.

Origine dei quasar

I quasar sono alimentati da un processo incredibilmente energetico che si verifica nel nucleo di una galassia. Questo processo è dovuto a un gigantesco buco nero supermassiccio presente al centro della galassia. Quando la materia, come gas e polveri, viene inghiottita dal buco nero, essa si surriscalda e forma un disco di accrescimento. Durante questo processo, la materia viene compressa e riscaldata a temperature estreme, causando l’emissione di enormi quantità di energia sotto forma di luce e radiazioni elettromagnetiche, compresa la luce visibile.

Caratteristiche dei quasar

I quasar sono incredibilmente luminosi, molto più luminosi di qualsiasi altra sorgente luminosa nell’universo conosciuto. Possono emettere energia equivalente a miliardi di volte quella del nostro Sole. Questa straordinaria luminosità li rende visibili da enormi distanze, permettendo agli astronomi di studiare oggetti situati in galassie remote.

Importanza scientifica dei quasar

Lo studio dei quasar ha fornito importanti informazioni sull’evoluzione delle galassie e sulla formazione dei buchi neri supermassicci. I quasar sono stati osservati a distanze che ci riportano indietro nel tempo dell’universo, offrendo un’opportunità unica di esplorare l’universo primordiale. Inoltre, hanno contribuito a confermare alcune delle previsioni della teoria della relatività di Einstein, dimostrando l’effetto della gravità dei buchi neri sulla luce.