Il triste bilancio dei “botti di Capodanno”: centinaia di feriti e una vittima a Napoli

1 Gennaio 2024, ore 15:25
botti di capodanno

Ogni anno, mentre il mondo festeggia l’arrivo del nuovo anno, il suono dei fuochi d’artificio e dei botti di Capodanno riempie il cielo notturno. Tuttavia, dietro a questi festeggiamenti c’è spesso una realtà meno festosa e più pericolosa. Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha appena pubblicato un rapporto che rivela un bilancio pesante dei festeggiamenti di Capodanno in Italia, con un aumento significativo dei feriti e una tragica perdita a Napoli.

Aumento dei feriti

Il rapporto del Dipartimento della Pubblica Sicurezza rivela che il numero totale di feriti durante i festeggiamenti di Capodanno è aumentato in modo significativo rispetto all’anno precedente. In totale, sono stati registrati 274 feriti, di cui 12 sono dovuti all’uso di armi da fuoco e 262 sono il risultato dei fuochi d’artificio. Questo rappresenta un aumento del 52% rispetto ai 180 feriti dello scorso anno.

In particolare, il numero di feriti gravi è aumentato notevolmente. Ci sono stati 2 casi con prognosi superiore ai quaranta giorni dovuti a ferite d’arma da fuoco, rispetto a un solo caso dell’anno precedente. Inoltre, ci sono stati 25 casi con prognosi superiore ai quaranta giorni dovuti ai fuochi d’artificio, rispetto ai 10 casi dell’anno precedente. Questi dati indicano un aumento significativo della gravità delle lesioni riportate durante i festeggiamenti di Capodanno.

Tragedia a Napoli

La tragedia più scioccante di questa ondata di festeggiamenti è avvenuta a Napoli, dove una donna di 45 anni di Afragola è stata colpita da un proiettile vagante alla tempia e successivamente è morta in ospedale. Il colpo sembra essere partito dall’interno di un appartamento, e un proiettile calibro 380 è stato rinvenuto e sequestrato. Le indagini sono ancora in corso.

Aumento dei feriti tra i minori 

Il rapporto del Dipartimento della Pubblica Sicurezza rivela anche un aumento del numero di minori che hanno subito lesioni durante i festeggiamenti di Capodanno. Quest’anno sono stati registrati 64 minori feriti, rispetto ai 50 dell’anno precedente, rappresentando un aumento del 28%. Il rapporto sottolinea che molti degli episodi più gravi possono essere ricondotti all’uso scorretto di prodotti pirotecnici illegali.

Nel dicembre del 2023, le autorità italiane hanno intensificato le attività di contrasto al fenomeno dei ‘botti di Capodanno’. Ciò ha portato alla denuncia di 304 persone, un aumento dell’11,3% rispetto all’anno precedente, e all’arresto di 50 persone, un aumento del 42,8% rispetto all’anno precedente. Sono stati sequestrati numerose armi da sparo, polvere da sparo e altri materiali potenzialmente pericolosi, dimostrando gli sforzi delle autorità per mantenere la sicurezza durante i festeggiamenti.