Violento terremoto in Giappone: crolli e allerta TSUNAMI

1 Gennaio 2024, ore 10:33
terremoto giappone

Aggiornamento ore 15 – Le autorità avevano lanciato l’allerta tsunami dopo che onde alte più di un metro avevano già colpite alcune zone, ma la minaccia è “in gran parte passata”, ha affermato il Pacific Tsunami Warning Center con sede alle Hawaii.

Un terremoto di magnitudo 7.5 ha scosso il Giappone nella mattinata odierna. L’epicentro del sisma è stato collocato poco al largo della costa occidentale, nella prefettura di Ishikawa, al centro dell’isola di Honshu, la più grande del Paese. La scossa è stata registrata alle 8:10 ora italiana (16:10 ora locale), ad una profondità di 76 chilometri. L’evento sismico ha generato preoccupazione tra le autorità giapponesi e internazionali, portando alla diffusione immediata di un’allerta tsunami per la costa giapponese.

terremoto epicentro

Secondo il Pacific Tsunami Warning Center con sede alle Hawaii e le agenzie giapponesi, il terremoto potrebbe provocare onde marine fino a cinque metri di altezza lungo la costa occidentale del Giappone, entro una distanza di 300 chilometri dall’epicentro del sisma. Queste onde potrebbero rappresentare una minaccia significativa per le comunità costiere.

Al momento non ci sono notizie di vittime o feriti, tuttavia sono stati segnalati danni significativi nelle prefetture di Toyama, Ishikawa e Niigata sul lato del Mar del Giappone dell’isola di Honshu. Circa 33.500 case sono rimaste senza corrente elettrica, e ci sono stati crolli di alcune abitazioni e pali della luce. Le autorità locali e le squadre di soccorso sono mobilitate per valutare l’entità dei danni e fornire assistenza in caso di necessità.

Il Giappone è noto per essere una delle nazioni più suscettibili ai terremoti al mondo, e il paese ha investito notevoli risorse nella preparazione e nella gestione delle situazioni di emergenza sismica. Il sistema di allerta tsunami giapponese è uno dei più avanzati al mondo e ha dimostrato la sua efficacia nel mitigare i rischi per la popolazione costiera.

Tuttavia, è fondamentale rimanere vigili e preparati in caso di ulteriori eventi sismici o scosse di assestamento. Le autorità continuano a monitorare da vicino la situazione e a diffondere informazioni e istruzioni di evacuazione per garantire la sicurezza dei cittadini.