Previsioni meteo prossimi giorni: tempo stabile, ma brusco peggioramento da Venerdì 5

2 Gennaio 2024, ore 20:11
meteo prossimi giorni

Nelle prossime giornate si prevede una prevalente stabilità meteorologica con tempo asciutto ma in gran parte nuvoloso.  Questo scenario dovrebbe persistere fino al 4 gennaio. Le previsioni indicano invece un cambiamento significativo del tempo a partire dal 5 gennaio, quando un’intensa perturbazione atlantica porterà un brusco peggioramento delle condizioni meteorologiche. Questo fronte influenzerà in particolare le regioni del centro-nord dell’Italia, introducendo un clima perturbato anche per la giornata dell’Epifania.

Vediamo nel dettaglio cosa ci aspetta nei prossimi giorni, fino alla giornata di Venerdì 5.

Mercoledì 3 Gennaio: Mercoledì sarà una giornata caratterizzata da cieli molto nuvolosi o coperti su gran parte dei settori. Schiarite attese soprattutto nelle ore pomeridiane su settori adriatici e aree ioniche. Le temperature saranno miti di giorno, con valori stazionari o in lieve aumento. La ventilazione sarà di libeccio, debole o al più moderata.

Giovedì 4 Gennaio: la giornata di giovedì sarà caratterizzata da cieli in gran parte soleggiati o poco nuvolosi. Si potranno osservare maggiori addensamenti nelle regioni del nord-est, sugli Appennini, in Sardegna e sul basso Tirreno, dove i cieli potranno essere anche coperti. Fra Campania e Calabria potrebbero anche verificarsi deboli piovaschi. Le temperature non subiranno grosse variazioni, con valori sempre miti al centro-sud e punte che potrebbero raggiungere i 18 gradi.

Venerdì 5 Gennaio: tempo in peggioramento al centro-nord per l’arrivo di una perturbazione atlantica. Piogge e temporali che dal Nord-Ovest si estenderanno rapidamente a Nord-Est e centrali tirreniche, specie Toscana. Fenomeni di forte intensità attesi fra Liguria, Emilia occidentale e alta Toscana. Ancora stabile al Sud e sul versante adriatico centro-meridionale, in attesa di un peggioramento nella giornata dell’Epifania, 6 Gennaio. Le temperature tenderanno a calare al Centro-Nord mentre saranno più o meno stazionarie al Sud e sempre molto miti di giorno grazie ai venti dai quadranti meridionali.