IPhone sopravvive alla caduta dall’aereo dell’Alaska Airlines da oltre 5000 metri

9 Gennaio 2024, ore 17:15
iphone

Nel mondo competitivo degli smartphone, la resistenza è diventata una caratteristica chiave. E, secondo quanto riportato da Gizmodo, sembra che Apple abbia dimostrato di aver centrato in pieno questo obiettivo. Nel recente incidente del Boeing 737 Max 9 dell’Alaska Airlines, in cui un portellone è pericolosamente esploso in volo, un iPhone è caduto da un’altitudine di quasi 5000 metri ed è rimasto perfettamente intatto. Questo straordinario evento ha attirato l’attenzione dei media e degli appassionati di tecnologia in tutto il mondo.

La scoperta di Seanathan Bates

Seanathan Bates, un game designer, è diventato involontariamente protagonista di questa storia. Mentre rispondeva all’appello della National Transportation Safety Board degli Stati Uniti per aiutare nella ricerca dei detriti dell’aereo, ha trovato un iPhone nascosto sotto un cespuglio. Sorprendentemente, lo smartphone era ancora in buone condizioni, privo di graffi e persino funzionante.

Il dettaglio: modalità aerea e email

Al momento del ritrovamento, l’iPhone era in modalità aerea e non aveva lo schermo bloccato. Questo ha permesso a Bates di accedere a un’email ricevuta dal proprietario dell’iPhone. L’email conteneva una conferma di viaggio e un avviso per il ritiro dei bagagli smarriti del volo Alaska 1282. Era evidente che questo iPhone appartenesse a uno dei passeggeri del volo coinvolto nell’incidente, il cui bagaglio a mano era stato risucchiato fuori dall’aereo a causa della depressurizzazione della cabina.

Un mistero con due protagonisti

Ciò che rende questa storia ancora più sorprendente è che non è stato l’unico iPhone a sopravvivere alla caduta. Secondo ABC News, questo sarebbe il secondo iPhone dei passeggeri ad essere rimasto intatto nonostante la tragedia. Questo solleva domande non solo sulla fortuna, ma anche sull’ingegneria dietro la resistenza degli iPhone.

La corsa alla scoperta della “cover miracolosa”

Dopo la notizia del ritrovamento, molte persone hanno iniziato a cercare informazioni su una possibile “cover miracolosa” che avrebbe permesso al telefono di sopravvivere a una caduta da oltre 5000 metri. Tuttavia, nessuno sembra essere riuscito a identificare con certezza il modello della custodia in questione. Questa ricerca potrebbe risultare utile per tutti i possessori di iPhone interessati a proteggere il proprio dispositivo.