Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Meteo: gelo sfiorerà l’Italia, sul nostro paese impennata delle temperature da metà settimana prossima

Meteo: gelo sfiorerà l’Italia, sul nostro paese impennata delle temperature da metà settimana prossima

10 Gennaio 2024, ore 15:44
meteo impennata temperature da metà settimana prossima

Se in questa prima parte di Gennaio stiamo sperimentato condizioni meteorologiche di stampo invernale, abbastanza in linea con il periodo, la situazione è destinata a mutare drasticamente nella seconda metà del mese. I modelli meteorologici, anche con gli ultimi aggiornamenti di questa mattina, stanno confermando un importante cambiamento nella circolazione atmosferica e un conseguente importante aumento delle temperature previsto subito dopo metà mese.

A partire dal 14-15 gennaio assisteremo infatti a significative manovre bariche su scala continentale. L’aria fredda in discesa dalla Scandinavia, dopo aver sfiorato praticamente l’Italia, si sposterà verso l’Atlantico, incontrando depressioni in uscita dal vortice canadese. Questa interazione fra freddo artico e flusso perturbato atlantico avrà un impatto sull’Italia, e non parliamo di un raffreddamento bensì dell’arrivo di correnti miti di origine sub-tropicale. Queste verranno richiamate dall’ampia area depressionaria che si formerà appunto in Atlantico, a ridosso dell’Europa occidentale.

Netto aumento delle temperature, picchi oltre i 20 gradi nella seconda metà della prossima settimana

I primi segnali di aumento delle temperature saranno avvertiti già all’inizio della prossima settimana, con un incremento termico previsto per lunedì e soprattutto martedì.

Potrebbe interessarti anche:

Il riscaldamento più marcato però è atteso nel periodo compreso tra mercoledì 17 e sabato 20 gennaio. Secondo il modello GFS (Global Forecast System), il Centro-Sud potrebbe finire sotto l’influenza di un promontorio di alta pressione africana di carattere pre-frontale, con temperature che potrebbero raggiungere valori fino a 18-20 gradi, e forse anche più. Secondo le ultime stime, potrebbero verificarsi picchi localmente di 22-24 gradi sulle isole e nel Meridione, grazie anche ai venti di scirocco e libeccio. Dunque valori eccezionalmente miti per il mese di Gennaio, e non è escluso che possano battersi alcuni record!

Il Nord potrebbe rimanere ai margini di questa ondata di aria calda, con un clima più fresco e occasionalmente instabile, ma comunque in un contesto di aumento termico anche sulle regioni settentrionali.

Dopo questo periodo eccezionalmente mite la situazione meteorologica potrebbe subire un cambiamento nella terza decade del mese, dopo il 20 gennaio. Secondo alcune proiezioni dei modelli meteo, potrebbe verificarsi un cambio di rotta con l’arrivo di aria più fresca dall’Atlantico e forse in seguito anche aria fredda di origine artica. Ciò significherebbe un ritorno a temperature più consone al periodo e l’arrivo di perturbazioni sulla nostra penisola. Ma di questo ne riparleremo con calma nei prossimi giorni.