Russia: grosso incendio in un deposito di gas sul mare

21 Gennaio 2024, ore 10:46
incendio deposito gas russia

Nel porto di Ust-Luga, situato nella regione di San Pietroburgo, è scoppiato un incendio nel terminal della compagnia Novatek, il principale produttore di gas naturale della Russia. Fortunatamente, non si sono registrate vittime, e i dipendenti del terminal sono stati evacuati in sicurezza. Le autorità locali hanno dichiarato un regime di massima allerta nella vicina città di Kingisepp.

L’incendio è stato preceduto da due esplosioni, secondo quanto annunciato da Yuri Zapalatsky, capo del distretto di Kingisepp. Al momento delle esplosioni, sul luogo erano presenti 148 persone, ma fortunatamente nessuno è rimasto ferito. La situazione è stata dichiarata completamente sotto controllo.

Si valuta l’ipotesi di un coinvolgimento di droni ucraini. Secondo alcuni canali Telegram russi, diversi residenti di Kingisepp hanno riferito infatti di aver sentito il rumore di droni in volo poco prima dell’incendio e delle esplosioni. La pubblicazione di San Pietroburgo, Fontanka, ha sostenuto che le forze di difesa aerea avevano rilevato due droni che inizialmente si stavano dirigendo verso San Pietroburgo, ma successivamente hanno cambiato rotta ed è stato rilevato che stavano dirigendosi verso Kingisepp.

Tuttavia il ministero della Difesa russo non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale riguardo al rilevamento di droni nella regione di Leningrado. Pertanto, al momento, non è possibile confermare il coinvolgimento dei droni ucraini nell’incendio. Le autorità russe stanno conducendo indagini per determinarne le cause.