Alta pressione come in estate, un’anomalia impressionante nei prossimi giorni

23 Gennaio 2024, ore 19:46
alta pressione come in estate

Dopo la veloce parentesi di instabilità avvenuta nelle ultime ore, caratterizzata da nubi, piogge sparse e un lieve abbassamento delle temperature, l’alta pressione è pronta a riprendere il suo dominio sul territorio italiano. A partire da domani, assisteremo a un rafforzamento dell’anticiclone che ci condurrà in una fase estremamente mite.

Un progressivo aumento delle temperature

Il fenomeno più evidente sarà un progressivo aumento delle temperature, accompagnato da un periodo di stabilità atmosferica e cieli prevalentemente sereni, soprattutto nelle regioni del centro-sud. Al nord, nonostante la presenza di qualche nube e nebbie, soprattutto nel Nordest, il clima si manterrà relativamente mite, seppur leggermente più fresco rispetto al resto del paese.

Anomalia Climatica nei giorni centrali della settimana

Particolarmente rilevante sarà il periodo tra mercoledì 24 e venerdì 26, quando si verificherà un’anomalia climatica significativa. Durante le ore centrali del giorno e nel primo pomeriggio, i termometri potrebbero raggiungere picchi di 16-18°C, specialmente al Sud e nelle due Isole Maggiori. Al contrario, al Nord, a causa di nebbie notturne e foschie persistenti durante il giorno, le temperature si manterranno leggermente più basse. Nubi basse potrebbero interessare anche alcune zone tirreniche limitando un po’ l’ascesa delle temperature.

anomalia

L’impressionante anomalia a 500 hPa nei prossimi giorni (area arancione/rossa)

Fonte immagine: wxcharts.com

L’Influenza dell’Anticiclone Sub-tropicale, come in estate

Questa situazione è il risultato diretto dell’influenza di un anticiclone sub-tropicale, lo stesso che durante l’estate staziona sul Mediterraneo per lunghi periodi, trasportando aria caldissima dal Nord-Africa. Ovviamente, essendo inverno, non assisteremo a temperature estive, ma la configurazione e, soprattutto, la persistenza dell’anticiclone ricordano molto da vicino quelle tipiche della stagione estiva. Avremo geopotenziali elevatissimi e valori di pressione al suolo altrettanto alti, fino a 1035 millibar. Ma, come abbiamo visto, anche le temperature, elemento sicuramente più tangibile, saranno decisamente miti per il periodo, a tratti quasi primaverili in alcune aree.

In conclusione, mentre ci avviciniamo al termine di Gennaio, l’Italia si troverà a fronteggiare un clima ancora una volta mite e stabile, influenzato da un anticiclone sub-tropicale che avrà connotati praticamente estivi e si estenderà con vigore verso tutto il bacino del Mediterraneo.