Meteo Italia: FORTE PERTURBAZIONE confermata, ecco quando cambia il tempo

5 Febbraio 2024, ore 17:51
meteo italia forte perturbazione

Dopo un prolungato periodo dominato da condizioni anticicloniche, che hanno garantito stabilità e temperature miti, si profila all’orizzonte una significativa svolta meteorologica. La seconda metà della settimana sarà caratterizzata da un forte peggioramento atmosferico, a seguito dell’avvicinamento di una saccatura atlantica da ovest. Questo cambiamento porterà alla formazione di una profonda area ciclonica nelle vicinanze delle Isole Baleari tra venerdì e sabato, influenzando anche il nostro Paese, a partire dalle regioni più settentrionali e occidentali.

Primi segnali di cambiamento

Già da giovedì si registrerà un primo, seppur lieve, indebolimento dell’anticiclone, con un aumento della copertura nuvolosa e qualche precipitazione, ancora debole, al Nord. Questi saranno i preludi di un peggioramento più marcato che, da venerdì, prenderà piede al Centro-Nord, con piogge in intensificazione e i primi fenomeni significativi, in particolare sui settori alpini e prealpini.

L’Intensificarsi del maltempo

Nel corso del weekend, il maltempo si estenderà sull’intera penisola, colpendo con particolare intensità i settori tirrenici e il Nord-Est. Oltre a piogge abbondanti e venti forti, sono attesi anche forti temporali, un segnale inequivocabile della virata delle condizioni meteorologiche. Nonostante il marcato e diffuso peggioramento, l’arrivo di correnti di scirocco manterrà le temperature su valori piuttosto miti per il periodo. Di conseguenza, non si prevede un calo termico significativo, se non di qualche grado a causa delle precipitazioni.

Temperature sopra la media, nonostante il maltempo

Il contesto che si prospetta per il fine settimana è quindi quello di un netto peggioramento delle condizioni atmosferiche, accompagnato però da un clima ancora una volta più caldo del normale. Le temperature, infatti, si manterranno sopra la media, sebbene in un quadro instabile/perturbato.

Soltanto con il progressivo traslare della saccatura verso est potrebbe affievolirsi il contributo di aria calda dai quadranti meridionali e giungere così aria un po’ più fresca. Tuttavia al momento, analizzando i modelli meteo a lungo termine, appare poco probabile l’arrivo di ondate di freddo e in generale l’arrivo di condizioni più tipicamente invernali, almeno dal punto di vista termico. Vi aggiorneremo.