Home > Previsioni Meteo > Meteo: insidioso ciclone in arrivo, ora si temono conseguenze

Meteo: insidioso ciclone in arrivo, ora si temono conseguenze

Ciclone in arrivo nel week-end, forti piogge, nubifragi e tanta neve. Situazione da monitorare.

5 Marzo 2024, ore 16:57
maltempo temporali meteo grandine

Dopo aver assistito a un’inizio di marzo contraddistinto da condizioni meteo estreme, con abbondanti nevicate sulle Alpi e nubifragi a bassa quota, l’Italia si prepara ad affrontare un ulteriore severo peggioramento del tempo. Le previsioni meteo per il prossimo weekend, 9-10 marzo, anticipano l’arrivo di una forte perturbazione che promette di lasciare un’impronta significativa sul centro-nord del Paese. Nonostante una breve perturbazione in corso, che sta portando piogge sparse al nord e si estenderà fino al centro e sud Italia, è il fine settimana a preoccupare maggiormente.

Ciclone confermato

Una forte depressione si formerà durante il weekend, con correnti fredde nord-atlantiche che daranno vita a un ciclone tra la costa Azzurra e il mar Ligure. Questo sistema perturbato porterà con sé piogge intense, nubifragi e nevicate in montagna, alterando significativamente le condizioni climatiche. La quota neve si attesterà oltre i 1000-1200 metri sulle Alpi, lasciando spazio a precipitazioni piovose nelle zone più basse.

Gli accumuli di pioggia previsti per il nord Italia e il medio-alto Tirreno sono motivo di grande preoccupazione. Con valori che potrebbero superare localmente i 100-150 mm, le aree già provate da recenti precipitazioni intense si trovano di fronte a un aumento del rischio idro-geologico. La combinazione di terreni saturi e ulteriori abbondanti piogge eleva notevolmente la probabilità di frane, smottamenti, allagamenti ed esondazioni.

Inizio di settimana col maltempo al sud

Tra lunedì e martedì la perturbazione si sposterà sul Meridione, dove porterà piogge diffuse, locali temporali e un calo termico notevole. Ricordiamo, infatti, che subentrerà aria più fredda dai Balcani che farà scendere ovunque le temperature e potrebbe regalare nevicate lungo l’Appennino anche attorno ai 1000 metri di quota. Nel frattempo migliorerà al nord, dopo che si esauriranno le ultime piogge sul Nord-est entro lunedì.