Home > Aggiornamenti meteo > Meteo Marzo: la Primavera sboccerà all’improvviso, ci attendono temperature insolitamente elevate?

Meteo Marzo: la Primavera sboccerà all’improvviso, ci attendono temperature insolitamente elevate?

6 Marzo 2024, ore 20:51
meteo caldo

Previsioni meteorologiche per la prosecuzione di marzo: persiste l’instabilità

L’evolversi delle condizioni climatiche per il mese di marzo non sembra inclinare verso un repentino ingresso nel clima primaverile. Siamo testimoni della tenace presenza delle perturbazioni di matrice atlantica, le quali mantengono il loro ruolo di protagoniste sullo scenario meteorologico italiano. Il ciclone previsto per il fine settimana del 9-10 marzo si configura come un’ulteriore manifestazione di maltempo rilevante, accompagnato da precipitazioni abbondanti, rovesci di notevole intensità e nevicate sui rilievi montuosi. Questo fenomeno atmosferico si protrarrà fino a martedì 12 marzo, colpendo con particolare intensità le regioni centro-meridionali del paese, con la portata di piogge e i primi eventi temporaleschi che sono tipici della stagione primaverile.

Quando la perturbazione in questione giungerà al termine, verso la metà di marzo, si assisterà a un temporaneo reinstaurarsi dell’alta pressione; tuttavia, si tratterà di una fase transitoria e di breve lasso temporale. Le proiezioni meteo per il periodo successivo, ovvero fino alla fine della seconda decade del mese, suggeriscono un rinnovato afflusso di masse d’aria atlantiche, oltre all’incursione di correnti fredde provenienti dall’est europeo, fattori che insieme contribuiranno a perpetuare l’instabilità meteorologica sulla penisola italiana. L’anticiclone, dunque, troverà rinforzo solamente in maniera episodica, senza indurre un mutamento sostanziale e duraturo nel modello climatico attuale.

Con l’avvicinarsi del termine dell’inverno astronomico, tra il 17 e il 21 marzo, si attende l’arrivo di nuove perturbazioni, che sembrano destinare a caratterizzare gli ultimi frangenti della stagione fredda. Il susseguirsi di queste perturbazioni lascia intendere che il passaggio a una primavera stabile e mite sarà ancora rinviato, prolungando per il paese uno stato di fluttuazione climatica evidente.

Potenziale “ondata di calore” nella terza decade di marzo?

Le attenzioni sono ora rivolte verso la terza decade del mese di marzo, momento in cui si ipotizza la possibile riemersione dell’anticiclone di origine africana. Tale fenomeno potrebbe essere il precursore di un rilevante incremento termico che interesserebbe l’intera nazione, segnando di fatto l’arrivo della prima ondata di calore primaverile. I termometri potrebbero attestarsi e persino superare i 22-23°C in molteplici località del centro-sud e sulle isole maggiori, con punte che potrebbero toccare i 25°C in alcune zone ben definite. Vi aggiorneremo su questa tendenza nei prossimi giorni in quanto per ora resta più un’ipotesi che altro.