Home > Previsioni Meteo > Meteo: l’Inverno più caldo della storia sta cominciando adesso?

Meteo: l’Inverno più caldo della storia sta cominciando adesso?

Inverno 2023-2024 il più caldo della storia d'Italia. Avvio in grande ritardo della stagione? Non si mette bene per Marzo e Aprile.

7 Marzo 2024, ore 19:45
meteo inverno piu caldo di sempre primavera cisi

Ora possiamo dirlo con certezza, l’inverno 2023/2024 è stato il più caldo di sempre nella storia italiana. Secondo i recenti dati emanati dal CNR, l’inverno meteorologico, che va dal 1 dicembre al 29 febbraio 2024, ha registrato un’anomalia di temperatura di ben 2,19 °C superiore alla media trentennale che va dal 1980 al 2010. Questo dato, assolutamente allarmante nel panorama meteo italiano, segna l’ennesimo record di cui sicuramente non c’è da andar fieri.

Tendenze Climatiche Preoccupanti

I record di caldo stanno senz’altro aumentando di anno in anno, mentre quelli di freddo si riducono sempre di più, non solo nel Mediterraneo ma in tutto il globo. Dunque, l’inverno più caldo di sempre appena conclusosi non fa altro che aggiungersi a una lunga lista di anomalie e di record di caldo, tutti riconducibili al cambiamento climatico in atto.

Caratteristiche dell’Ultimo Inverno

In effetti, analizzando l’inverno che abbiamo appena vissuto, non abbiamo quasi per nulla assistito a ondate di freddo degne di nota, ovvero quelle provenienti dall’Artico o dall’Est Europa. L’alta pressione è stata la figura barica prevalente sull’Italia e tutta l’Europa centro-occidentale, mentre in qualche occasione abbiamo fatto i conti con dei peggioramenti di stampo Atlantico. L’unica parvenza di freddo è stata generata dalle inversioni termiche notturne, soprattutto al Nord, dove in diverse giornate abbiamo assistito a temperature inferiori allo zero e anche a fenomeni come brina, galaverna e neve e da nebbia. Troppo poco per poter parlare di vero inverno, considerando che la neve è mancata sia in pianura che in montagna.

Impatto del Maltempo Tardivo

Solo in queste ultime due settimane, il maltempo è tornato a far visita all’Italia, portando tanta pioggia e anche fortissime nevicate sulle Alpi, addirittura facendo registrare delle criticità. In pratica, si è passati nell’arco di pochi giorni da un eccesso all’altro e anche questo tipo di estremismo meteo è riconducibile al cambiamento climatico in atto.

Prospettive Climatiche Future

Ora, però, questo improvviso risveglio del maltempo lascia supporre all’arrivo di altre perturbazioni nei prossimi giorni e, soprattutto, tra la fine di marzo e il mese di aprile. Potremmo considerarlo una sorta di risveglio tardivo dell’inverno che rischia anche di compromettere il settore agricolo, che proprio nel pieno della primavera avrebbe bisogno di giornate più stabili a temperature più tiepide. Il rischio al momento è proprio quello di ondate di freddo tardivo che non farebbero altro che causare tanti nuovi, numerosi disagi.