Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Previsioni meteo: in arrivo forti nevicate, bufere di neve sulle Alpi nel weekend

Previsioni meteo: in arrivo forti nevicate, bufere di neve sulle Alpi nel weekend

7 Marzo 2024, ore 14:18
meteo neve

L’Italia si prepara a vivere un fine settimana caratterizzato da condizioni meteorologiche decisamente avverse, con una nuova ondata di maltempo pronta a investire l’intero Paese. Dopo le ultime ore segnate da rovesci e temporali, soprattutto nelle regioni centro-meridionali, le previsioni indicano un ulteriore peggioramento del tempo nel corso del weekend.

Le regioni che saranno maggiormente colpite da questo nuovo peggioramento sono quelle centro-settentrionali e quelle del versante tirrenico. Oltre alle piogge e ai temporali, un aspetto particolarmente rilevante di questo fase di maltempo sarà rappresentato dalle nevicate. Le Alpi, in particolare, si apprestano a vivere un weekend con abbondanti nevicate, soprattutto tra sabato e domenica, con possibili disagi e un incremento del rischio valanghe, aggravato dagli accumuli di neve già significativi lasciati dalle perturbazioni delle scorse settimane. La neve, inoltre, cadrà a quote anche mediamente più basse rispetto all’ultimo peggioramento, fino a livello di alta collina.

Il cambio di scenario inizierà già da venerdì 9 marzo, quando la nuova perturbazione raggiungerà l’Italia portando con sé nuove piogge e nevicate sulle Alpi, queste ultime previste mediamente sopra gli 800/1000 metri di quota. Il peggioramento meteo proseguirà anche durante la giornata di sabato 10 marzo, con i fiocchi di neve che, a causa dell’ingresso di aria fredda in quota, scenderanno fino in collina, a circa 6-700 metri, in particolare su Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e, in seguito, sulle Dolomiti.

La giornata “peggiore” sarà domenica 11 marzo, quando un ulteriore impulso perturbato raggiungerà il Paese, causando nevicate copiose anche sotto forma di bufera sull’arco alpino. Entro la serata di domenica, sono attesi accumuli di neve che potrebbero raggiungere i 70-90 cm nelle province del nord-ovest, in particolare Cuneo, Torino, il Verbano e Aosta. Sugli Appennini, invece, la quota neve si attesterà attorno ai 1200 metri, con accumuli generalmente meno abbondanti.

In vista di questo scenario, si raccomanda prudenza e attenzione, soprattutto per coloro che si apprestano a viaggiare o a trascorrere il fine settimana nelle aree interessate da questo intenso maltempo. Le autorità locali sono già all’opera per mettere in atto tutte le misure necessarie a fronteggiare eventuali emergenze, con un occhio particolare rivolto al rischio valanghe nelle zone montane maggiormente colpite.