Home > Aggiornamenti meteo > In arrivo un weekend burrascoso: attese INTENSE NEVICATE e abbondanti precipitazioni

In arrivo un weekend burrascoso: attese INTENSE NEVICATE e abbondanti precipitazioni

Il Week-end si tinge di grigio: l'Italia affronta intense Precipitazioni e Neve

8 Marzo 2024, ore 12:07
meteo intense nevicate

Il panorama meteo per l’Italia nel prossimo weekend si annuncia preoccupante, con l’avanzare di una nuova perturbazione che si appresta a investire vasti settori del paese. Già nelle ultime ore si sono registrati significativi fenomeni di maltempo, con rovesci e temporali che hanno colpito con particolare intensità le regioni del centro-sud. Le previsioni attuali non prefigurano alcun miglioramento, anzi, indicano che il fine settimana sarà caratterizzato da condizioni meteorologiche avverse.

Le proiezioni meteo attuali indicano che le regioni del centro-nord e quelle in prossimità del mare Tirreno saranno particolarmente esposte a questa ondata di maltempo, che non esiterà a manifestarsi attraverso piogge e temporali consistenti. Un elemento di spicco all’interno dello scenario di deterioramento del clima è rappresentato dalle abbondanti nevicate previste sulle Alpi, che si stagliano all’orizzonte per l’imminente fine settimana. Si profilano giornate particolarmente impegnative, soprattutto tra sabato e domenica, con il concreto pericolo di rilevanti disagi e un aumento del rischio di valanghe, aggravato dalla presenza di uno strato nevoso già ampio dovuto alle nevicate delle settimane passate. Si segnala, inoltre, che la neve potrebbe cadere a quote inferiori rispetto agli eventi recenti, interessando così anche le alture collinari.

L’alterazione del quadro climatico avrà inizio a partire da venerdì 9 marzo, con l’intrusione di un nuovo fronte perturbato che apporterà un’ulteriore ondata di precipitazioni e di nevicate lungo l’intero arco alpino. Le previsioni suggeriscono che la neve potrà raggiungere gli 800/1000 metri di altitudine. La tendenza al peggioramento si protrarrà durante sabato 10 marzo, con l’aria fredda in alta quota che favorirà la caduta dei fiocchi di neve fino alle fasce collinari, stabilizzando la loro presenza intorno ai 6-700 metri. I territori che si prevede subiranno maggiormente gli effetti di questo fenomeno sono il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Lombardia e, successivamente, le Dolomiti.

La giornata di domenica 11 marzo si prospetta come la più critica. Un’ulteriore perturbazione si abbatterà sull’Italia, con precipitazioni nevose di forte intensità che potrebbero tradursi in vere e proprie bufere sui monti alpini. Si prevedono, entro la conclusione di domenica, accumuli nevosi che potrebbero raggiungere i 70-90 cm di spessore nelle province nord-occidentali, con particolare attenzione alle province di Cuneo, Torino, il settore del Verbano e i monti della Val d’Aosta. Per quanto concerne l’Appennino, l’altitudine della nevicata si manterrà in genere oltre i 1400-1500 metri, con cumuli di neve generalmente meno consistenti.

In tale contesto, è fondamentale l’esercizio di cautela e attenzione, specialmente per chi ha in programma spostamenti o intende trascorrere il week-end nelle aree che si prevede saranno più influenzate da questo intenso ciclo di maltempo. Vi esortiamo a rimanere aggiornati e a prestare attenzione agli avvisi e alle allerte che verranno comunicate dagli organi competenti, quali la Protezione Civile.