Home > Aggiornamenti meteo > Previsioni del tempo: maltempo continua imperterrito, caldo primaverile rimandato

Previsioni del tempo: maltempo continua imperterrito, caldo primaverile rimandato

10 Marzo 2024, ore 10:30
meteo clima primaverile rimandato

Lo scenario atmosferico sul nostro paese continua ad essere decisamente turbolento. Come avrete notato, le perturbazioni si susseguono senza sosta, portando con sé quelle piogge che, durante un inverno insolitamente arido, abbiamo tanto invocato.

Queste piogge sono una benedizione per i nostri ambienti naturali, che mostravano una sete evidente fino a pochi giorni fa, ma negli ultimi, essendo divenute in alcune aree geografiche troppo abbondanti, sono state fonte di svariate criticità, in particolar modo nel settentrione della nostra penisola.

Anche le copiose nevicate che hanno imbiancato le Alpi hanno restituito finalmente un panorama più invernale e consono al periodo, ma le loro conseguenze sul vivere quotidiano sono ben lontane dall’essere trascurabili. Interruzioni di viabilità, pericolo di valanghe e problematiche nelle reti di comunicazione sono solo parte degli ostacoli che le popolazioni delle zone montane si trovano a dover superare. Questo perché di neve, ne è caduta davvero troppa in un breve lasso di tempo, almeno per quanto concerne le Alpi di Nord-Ovest.

Il maltempo continuerà imperterrito

Esaminando gli ultimi aggiornamenti dei modelli metereologici, sembra che questo periodo di instabilità durerà ancora a lungo. Possiamo affermare con un certo margine di affidabilità che avremo ancora almeno una settimana/dieci giorni con condizioni meteo incerte e a tratti instabili, con una successione di perturbazioni che porteranno piogge e temporali sparsi su tutto il territorio nazionale, talvolta anche di forte intensità e quindi potenzialmente pericolosi per i nostri territori già resi fragili dalla tanta pioggia caduta nelle ultime settimane.

Per quanto concerne le temperature, non si prevedono incrementi significativi. Al contrario, queste si manterranno su valori moderati, in linea con le medie stagionali o persino inferiori, in particolar modo al Centro e al Sud dell’Italia, dove, nella settimana entrante, subiremo l’influsso di correnti d’aria piuttosto fresche provenienti dal Nord e dai Balcani. Dunque la primavera mite e stabile appare ancora lontana dal nostro paese.

Ma questo clima capriccioso non rappresenta una anomalia, anzi. È bene ricordare che la primavera si caratterizza per il suo clima mutevole e frequentemente instabile, con ritorni di freddo che possono evocare la stagione invernale. Questi sono i tratti distintivi della primavera: un periodo effervescente e dinamico, una stagione di transizione in cui si alternano piogge, temporali e brevi intervalli di tempo più secco.

In questa fase recente, il maltempo e i cieli plumbei dominano la scena, e le pause asciutte sembrano una rarità rispetto ai periodi di precipitazioni. Tuttavia, non c’è motivo di perdere la speranza: le giornate solari e il tepore che tradizionalmente accompagnano la primavera avranno modo di fare il loro ritorno. La natura segue i propri cicli, o ancora si sforza di farlo, e prima o poi le giornate luminose e miti che simboleggiano la rinascita primaverile torneranno a far parte del nostro quotidiano.