Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Meteo: verso un aumento termico, ma arriverà subito il CALDO AFRICANO? Facciamo chiarezza

Meteo: verso un aumento termico, ma arriverà subito il CALDO AFRICANO? Facciamo chiarezza

11 Marzo 2024, ore 13:37
meteo anticiclone caldo africano

Dopo settimane caratterizzate da maltempo, piogge abbondanti e nevicate eccezionali sulle Alpi, giunte proprio sul finire di questo inverno a seguite di un lunghissimo periodo asciutto, l’Italia sta per assistere a un marcato cambio delle condizioni meteorologiche. Anche la fase di maltempo che nelle ultime ore ha colpito soprattutto il centro-sud del Paese sta giungendo al termine. Martedì persisterà un po’ di instabilità nelle stesse regioni, a causa di una circolazione più fresca e instabile ancora presente in quota, e mercoledì 13 si prevedono alcuni fenomeni residui all’estremo sud, ma a seguire la situazione è destinata a migliorare significativamente.

La seconda metà della settimana segnerà, infatti, un vero e proprio punto di svolta: un rinforzo dell’alta pressione garantirà un progressivo ritorno a condizioni meteorologiche più stabili su tutto il bacino del Mediterraneo. Ciò si tradurrà in giornate caratterizzate da bel tempo, prevalenza di sole, venti deboli e un graduale aumento delle temperature, offrendo un’anticipazione del clima primaverile, specialmente nelle ore centrali del giorno.

Nonostante si prevedano alcuni disturbi locali verso il fine settimana, come temporali pomeridiani nelle zone interne del centro-sud e una maggiore nuvolosità in transito su buona parte del paese, il contesto generale resterà dominato da condizioni anticicloniche. Questo scenario promette una prevalenza di tempo stabile che dovrebbe estendersi fino al prossimo weekend e, con buone probabilità, anche oltre, fino all’inizio della settimana successiva.

In questo contesto, l’Italia vivrà un assaggio anticipato di primavera, con bel tempo, ampi spazi di sereno e temperature miti, che potrebbero raggiungere i 18-20 gradi nel corso della seconda parte di questa settimana. 

E poi cosa accadrà? Dobbiamo aspettarci già l’arrivo del caldo africano? Analizzando i principali modelli previsionali, per ora non si prevedono periodi eccezionalmente miti o addirittura caldi, almeno fino verso l’inizio della terza decade di marzo. Fortunatamente, un’intensa ondata di calore, sino a tal periodo, è scongiurata. Il che naturalmente è una buona notizia, dato che non è ancora tempo di caldo tardo primaverile o estivo ed è bene che la natura segua il corso delle stagioni.

Insomma, ci attende un piacevole tepore primaverile. Questa alta pressione di matrice sub-tropicale non sarà particolarmente calda, almeno sulle nostre zone, anche se una tendenza ad un incremento del contributo mite sub-tropicale è prevista probabilmente sul finire della seconda decade, quando le temperature potrebbero discostarsi maggiormente dalle medie. A ogni modo non si attendono valori eccessivamente elevati.

In conclusione, l’Italia si appresta a vivere giorni di stabilità climatica e mitezza primaverile, una benvenuta svolta dopo le settimane di maltempo e piogge da una parte benefiche ma dall’altra anche eccessive in alcune zone del paese.

Come sempre vi invitiamo a seguire gli aggiornamenti meteo qui su www.inmeteo.net