Home > Previsioni Meteo > Meteo: prima caldo africano, poi ennesimo ciclone?

Meteo: prima caldo africano, poi ennesimo ciclone?

Tanti dubbi per l'ultima decade di Marzo. Mitezza sub-tropicale sempre più probabile, ma incombe anche il maltempo.

15 Marzo 2024, ore 18:45
meteo da un estremo all altro

L’alta pressione delle Azzorre, arrivata qualche giorno fa, sta già trovando un po’ di difficoltà e sta mostrando segni di cedimento a causa di infiltrazioni umide provenienti dall’Atlantico. Queste correnti un po’ più instabili provenienti da ovest determineranno nel corso del weekend e delle note instabili specie sulle regioni centrali e il versante Adriatico, dove non mancherà qualche piovasco e qualche isolato temporale. Nel complesso, tuttavia, non avremo a che fare con condizioni meteo particolarmente severe, così come anche ad avvio settimana.

Per quanto riguarda il tempo dell’ultima decade di Marzo, quindi per il post Equinozio di primavera, che ricordiamo è previsto il 20 Marzo, avremo a che fare con condizioni meteo un po’ più dinamiche e anche un po’ più estreme.

Secondo gli ultimi aggiornamenti dei centri di calcolo, diventa sempre più probabile una ripresa dell’alta pressione subtropicale sull’Italia a seguito dell’isolamento di una vasta depressione atlantica sul Mediterraneo occidentale e il Marocco. Questo consolidamento dell’alta pressione potrebbe far affluire sull’Italia correnti molto più tiepide e subtropicali provenienti dall’Algeria orientale, le quali farebbero impennare le temperature anche oltre i 22 o i 23 °C. Tutto questo potrebbe concretizzarsi attorno al 21-22 Marzo.

Ma potrebbe essere solamente una ripresa fugace delle temperature, considerando che successivamente, a partire dal 23 o dal 24 Marzo, l’Italia potrebbe nuovamente essere l’obiettivo di altre intense perturbazioni atlantiche. Difatti, come ci mostra il modello americano GS, si evince la possibilità di una nuova intensa perturbazione nell’ultima settimana del mese, la quale darebbe vita a un ciclone all’interno del Mediterraneo che provocherebbe tanta pioggia, nubifragi, locali forti temporali su buona parte della penisola.

Insomma, la quiete che stiamo vivendo in questi ultimi giorni potrebbe nuovamente essere interrotta da bruschi cambiamenti del tempo e nuovamente fenomeni intensi. I prossimi aggiornamenti meteo saranno senz’altro chiarificatori da questo punto di vista.