Home > Aggiornamenti meteo > Previsioni meteo: maltempo a più riprese in vista, ecco da quando

Previsioni meteo: maltempo a più riprese in vista, ecco da quando

21 Marzo 2024, ore 8:34
meteo maltempo

Variazioni climatiche imminenti: Un nuovo scenario atmosferico

Attualmente l’alta pressione domina incontrastata i cieli d’Italia, ma questo quadro sinottico è destinato ad una svolta significativa. Dalle analisi dei modelli emerge un quadro piuttosto chiaro: siamo in procinto di assistere a un cambiamento meteorologico notevole, il quale potrebbe replicare le dinamiche perturbate già sperimentate agli albori di marzo nel nostro Paese. In particolare, le celebrazioni della Settimana Santa potrebbero essere accompagnate da uno scenario meteo più di stampo autunnale che primaverile, con condizioni di deciso maltempo.

Una svolta climatica in arrivo con la Domenica delle Palme

La Domenica delle Palme si preannuncia come il momento di svolta, con un peggioramento delle condizioni climatiche che prenderà le mosse dal settentrione italiano. Tale mutamento si deve all’arrivo di un fronte freddo proveniente dal Nord Europa, capace di determinare un sensibile abbassamento delle temperature in tutte le regioni settentrionali, oltre a favorire la formazione di rovesci e temporali, che localmente potrebbero essere accompagnati da fenomeni grandinigeni. Nel frattempo, l’estremo sud della Penisola sarà ancora caratterizzato da un clima mite e stabile, prima dell’avvento delle perturbazioni che si manifesteranno anche qui con l’avvio della settimana entrante.

L’inizio della Settimana Santa sarà infatti caratterizzato dall’avvicendarsi di perturbazioni di matrice atlantica che, attraversando il Mar Mediterraneo, daranno luogo a precipitazioni diffuse, nonché a fenomeni temporaleschi di una certa intensità. Questi ultimi non si limiteranno ad interessare l’area settentrionale della Penisola, ma si estenderanno progressivamente anche alle altre regioni soprattutto a partire da Martedì/Mercoledì.

Settimana Santa perturbata

La Settimana Santa si configurerà, quindi, come un periodo segnato da una marcata instabilità meteorologica; in molte aree del nostro Paese, in particolare al Nord e lungo la fascia tirrenica, ovvero le zone maggiormente esposte all’influsso delle correnti atlantiche, sarà indispensabile munirsi di ombrello. Inoltre, un’ulteriore variazione delle condizioni atmosferiche potrebbe verificarsi verso la metà della settimana successiva, in un arco temporale che va indicativamente dal 28 al 31 marzo: durante questo intervallo, le precipitazioni potrebbero concentrarsi con maggior frequenza sulle regioni settentrionali, mentre il Meridione potrebbe sperimentare l’arrivo di masse d’aria più calde di origine sub-tropicale.