Home > Aggiornamenti meteo > Previsioni meteo: TEMPESTA IN ARRIVO la prossima settimana, ecco i giorni critici

Previsioni meteo: TEMPESTA IN ARRIVO la prossima settimana, ecco i giorni critici

22 Marzo 2024, ore 21:07
settimana santa forte maltempo

La Settimana Santa si preannuncia con condizioni meteo avverse: attenzione a Nubifragi e Venti impetuosi

La prossima settimana si preannuncia turbolenta per il nostro paese a causa dell’arrivo di una importante ondata di maltempo provocata da una vasta depressione di origine atlantica che si dirigerà verso il bacino del Mediterraneo. Quest’ondata di maltempo si preannuncia portatrice di fenomeni atmosferici severi che potrebbero avere un impatto rilevante sul territorio italiano.

Di recente abbiamo assistito a una fase di maggiore quiete atmosferica, caratterizzata da un susseguirsi di giornate all’insegna della stabilità, intervallate da rapide infiltrazioni di masse d’aria instabile che, tuttavia, non hanno sfociato in episodi di maltempo critico. Tuttavia, la situazione potrebbe cambiare proprio con l’arrivo di questa perturbazione, che si profila decisamente più energica delle precedenti e che potrebbe innescare condizioni di allerta meteo in diverse regioni d’Italia.

La fase iniziale, lunedì 25 e martedì 26

I segnali premonitori del cambiamento meteo si manifesteranno a cavallo tra il finire del lunedì e l’inizio del martedì successivo. La saccatura di origine atlantica si farà strada verso il Mediterraneo centro-occidentale, dando vita a un’area di bassa pressione nei pressi dell’arcipelago delle Baleari. Con l’avanzare di questa configurazione verso levante e quindi verso la nostra penisola, si avranno precipitazioni via via più diffuse nel corso di martedì che interesseranno in modo particolare il centro-nord e le aree tirreniche. Assisteremo, inoltre, a un rinforzo dei venti di scirocco e libeccio, i quali si faranno sentire con maggiore vigore nella seconda metà di martedì.

Il clou del peggioramento, mercoledì 27

La giornata di mercoledì segnerà un’escalation nell’intensità degli eventi atmosferici, con un marcato abbassamento della pressione che potrebbe sfociare nella formazione di un minimo barico profondo, con valori che potrebbero scendere al di sotto dei 990 millibar sul Mar Tirreno. Tale fenomeno darà impulso alle condizioni di maltempo, con piogge copiose e persistenti, che interesseranno soprattutto le regioni affacciate sul versante tirrenico. Non solo la pioggia, ma anche il vento si imporrà come elemento di pericolo. Si prevede, infatti, l’insorgere di venti estremamente vigorosi, con raffiche che potrebbero raggiungere l’intensità di burrasca o persino tempesta, accompagnati da mareggiate sia sulle coste tirreniche che ioniche.

L’influenza della perturbazione potrebbe estendersi anche al giovedì successivo, 28, persistendo soprattutto sulle regioni centro-meridionali dell’Italia. Si rivelerà quindi cruciale mantenersi costantemente informati sulle previsioni del tempo per i giorni a venire, così da ottenere aggiornamenti e indicazioni più dettagliate riguardo l’evolversi di questa intensa fase perturbata.