Home > Aggiornamenti meteo > Previsioni meteo: un repentino stravolgimento meteo dopo il 9 Aprile

Previsioni meteo: un repentino stravolgimento meteo dopo il 9 Aprile

5 Aprile 2024, ore 9:47
meteo anticiclone stravolgimento

Nella nostra penisola si profila un periodo di calma atmosferica, ovvero una fase caratterizzata da generale bel tempo e temperature molto miti, anche anomale per questa fase dell’anno. Un’area di alta pressione particolarmente robusta si sta insediando sul territorio nazionale, e nelle prossime ore vedrà un deciso incremento della sua influenza, grazie a un marcato apporto di correnti provenienti dalle latitudini sub-tropicali che avvolgeranno l’intero Stivale, facendo lievitare la colonnina di mercurio da nord a sud.

In precedenti articoli abbiamo avuto modo di notare come le previsioni meteo ci indichino un weekend con condizioni tardo-primaverili, e le conferme in tal senso arrivano anche dagli ultimi aggiornamenti. Nonostante al Nord si potranno manifestare passaggi nuvolosi e una certa velatura del cielo, il sole resterà il principale attore dello scenario climatico sulla nostra penisola. Le temperature si appresteranno a compiere un balzo verso l’alto, con valori ampiamente compresi fra i 20 e i 24 gradi, e punte, specialmente nella giornata domenicale, che potrebbero raggiungere i 26 e i 28 gradi nelle isole maggiori, nelle regioni interne del Mezzogiorno e nelle conche alpine. Di conseguenza, ci troviamo di fronte a un andamento termico che si discosta dall’ordinario per il periodo di inizio primavera quale stiamo vivendo.

Le previsioni suggeriscono che l’anticiclone manterrà la sua presenza anche all’inizio della settimana entrante. Il giorno di lunedì 8 aprile si preannuncia ancora complessivamente stabile e soleggiato oltre che caldo, mantenendo un regime termico sopra la media.

Netto cambiamento dal 9 Aprile con l’arrivo di una perturbazione

A seguire però è sempre più probabile un cambio di rotta: martedì 9 aprile potrebbe essere la data di svolta in quanto un vortice di bassa pressione di origine atlantica, che potrebbe evolvere in una “goccia fredda” (o cut-off), si dirigerà velocemente verso la nostra penisola puntando in particolare le regioni settentrionali. Questo dovrebbe causare il ritorno di nubi e instabilità atmosferica con elevate probabilità di temporali che, secondo le proiezioni attuali, potrebbero rivelarsi di notevole intensità e accompagnati da grandinate, frutto dello scontro tra l’aria fredda in quota e il calore portato dall’anticiclone di origine sub-tropicale. Un abbassamento delle temperature, dunque, si prospetta inevitabile per il Nord, mentre stabilità e caldo dovrebbero persistere al Centro e al Sud anche durante la giornata di martedì.

Per il periodo successivo permane molta incertezza. L’area di bassa pressione potrebbe proseguire la sua rotta verso le regioni centro-meridionali, portando un incremento dell’instabilità atmosferica e un abbassamento delle temperature anche in queste zone, oppure potrebbe deviare o addirittura non incidere minimamente sul clima del Centro e Sud Italia. Al momento prevale la prima ipotesi, cioè un coinvolgimento anche del centro-sud con maltempo e calo termico. Ma è necessario attendere aggiornamenti ulteriori per avere una visione più chiara della situazione.

Quel che è indiscutibile è che l’alta pressione e il caldo saranno i veri e propri protagonisti indiscussi fino a lunedì 8. Dopo tale data, tra il 9 e il 10 aprile, si preannuncia un peggioramento che dovrebbe segnare una brusca, ma presumibilmente breve, interruzione del dominio anticiclonico. Per rimanere costantemente aggiornati sulle ultime evoluzioni del meteo in Italia, continuate a seguire www.inmeteo.net.