Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Previsioni meteo: caldo anomalo in arrivo, ecco quanto durerà e quando finirà

Previsioni meteo: caldo anomalo in arrivo, ecco quanto durerà e quando finirà

10 Aprile 2024, ore 16:56
meteo fine caldo anomalo data

Dopo una breve fase di tempo instabile, che ha interessato principalmente il Nord Italia, si prevede il ritorno di una forte alta pressione sull’intero territorio nazionale. A partire da domani, e con maggiore intensità nella giornata di venerdì, un nuovo campo anticiclonico inizierà a imporsi su tutta la Penisola. Questo fenomeno sarà accompagnato da un crescente contributo di aria calda di origine subtropicale, proveniente da ovest.

Ciò comporterà un aumento generalizzato delle temperature sull’intero stivale, con valori che supereranno la media stagionale di diversi gradi, in particolar modo durante il fine settimana. Le previsioni meteo indicano, infatti, che il picco di massima intensità dell’anticiclone sarà associato a un’ondata di calore anomala per il periodo che interesserà il Paese da Nord a Sud.

Si attendono temperature massime che potrebbero raggiungere i 27-28 gradi in molte località, con punte anche di 30 gradi nelle valli alpine e nelle zone interne del Centro-Sud. Questo aumento sarà l’effetto dell’azione combinata del sole e dell’aria calda e stabile presente a tutte le quote, grazie appunto alla presenza del forte anticiclone.

La stabilità atmosferica e il caldo sono previsti durare fino a inizio prossima settimana, ovvero lunedì 15 aprile. Tuttavia, gli scenari meteorologici successivi potrebbero riservare delle sorprese. Una saccatura di origine artica, proveniente dal nord Europa, si avvicinerà all’Italia e, secondo le proiezioni attuali, tra il 16 e il 17 aprile la sua parte più meridionale potrebbe influenzare anche la nostra penisola. Di conseguenza, è possibile che si verifichi un passaggio instabile, con l’arrivo di aria molto più fresca che potrebbe determinare un calo delle temperature di oltre 6-8 gradi, specialmente al Nord e nelle regioni adriatiche.

È importante sottolineare che l’entità di questa incursione fredda sull’Italia necessita ancora di essere valutata nei dettagli. Alcuni aggiornamenti, come ad esempio quelli forniti dalle ultime emissioni del modello meteo GFS (Global Forecast System), suggeriscono che l’impatto potrebbe essere più marginale rispetto a quanto inizialmente previsto. In questo caso, ci si aspetterebbe un calo delle temperature più lieve e la possibilità di qualche precipitazione o temporale, seguiti poi dal rapido ritorno dell’anticiclone.

A ogni modo, il caldo anomalo che sta per investire l’Italia dovrà, secondo le previsioni, subire un ridimensionamento a partire dal 16-17 aprile. È chiaro che ci troviamo di fronte a una situazione in evoluzione e solo i prossimi aggiornamenti potranno fornirci un quadro più preciso dell’andamento meteorologico previsto per la seconda metà del mese di aprile.