Home > Notizie extra > Esplosione Centrale in Emilia Romagna: ritrovato l’ultimo disperso

Esplosione Centrale in Emilia Romagna: ritrovato l’ultimo disperso

12 Aprile 2024, ore 11:15
esplosione centrale

Dopo giorni di intensa ricerca, è stato recuperato il corpo dell’ultimo disperso in seguito all’esplosione avvenuta martedì 9 aprile alla centrale idroelettrica di Bargi, sul lago di Suviana, nell’Appennino bolognese.

Il ritrovamento porta il numero totale delle vittime a sette. Sebbene non sia stata ancora identificata ufficialmente dalla Prefettura, l’ultima vittima corrisponde presumibilmente al 68enne napoletano Vincenzo Garzillo, l’ultimo tra i dispersi non ancora ritrovato.

Paolo Casiraghi (59 anni), Alessandro D’Andrea (37 anni) e Adriano Scandellari (57 anni), le altre tre vittime del disastro, erano state individuate già ieri, giovedì 11 aprile.

Le operazioni di ricerca, che hanno coinvolto circa 200 persone, si sono concentrate al piano meno 9 dell’impianto, sotto il livello del lago. È stato proprio in questa zona che erano stati trovati anche i corpi delle altre tre persone che risultavano disperse, rivelando l’orrenda portata della tragedia.

Ogni giorno di ricerca è stato un’agonia per le famiglie delle vittime e per la comunità locale, ma ha anche dimostrato il coraggio e la solidarietà di chi si è impegnato nelle operazioni di soccorso. La determinazione dei soccorritori ha saputo affrontare le difficoltà e non si è arresa finché non è stato ritrovato l’ultimo disperso.