Home > Previsioni Meteo > Meteo: Aprile estremo, si passerà dal caldo estivo al freddo invernale

Meteo: Aprile estremo, si passerà dal caldo estivo al freddo invernale

Grandi sbalzi termici in pochi giorni. Caldo in arrivo nel week-end, poi torna il freddo!

12 Aprile 2024, ore 9:00
meteo dal caldo al freddo italia

I colpi di scena di questa pazza primavera potrebbero non finire qui, anzi, potrebbero diventare ancora più clamorosi nel corso della prossima settimana. Nell’arco di pochi giorni l’Italia potrebbe vivere giornate quasi estive e altre pienamente invernali, mostrando sbalzi termici davvero clamorosi, forse anche troppo per la tipica primavera mediterranea.

Caldo in avvicinamento

In effetti, stiamo andando incontro alla terza ondata di caldo di questo primo scorcio di stagione, dovuta all’arrivo dell’alta pressione subtropicale che nelle prossime 72 ore regalerà temperature molto alte, addirittura localmente fino a 30°. Tra sabato, domenica e lunedì la colonnina di mercurio si porterà quasi ovunque al di sopra dei 20°, con punte isolate di 28 o 30° nei settori interni dalla Val Padana alla Sicilia. Si tratterà di giornate tipicamente tardo primaverili o addirittura estive in molte nostre regioni.

Ondata di freddo fuori stagione

Ma il colpo di scena inaspettato, e che potrebbe rappresentare un vero problema per la nostra penisola, arriverebbe nel corso della prossima settimana. Tra martedì 16 e il prossimo weekend, si aprirebbero le porte per una vera e propria irruzione fredda di stampo artico che non solo porterebbe temperature molto più basse, tanto maltempo e anche nevicate a quote di bassa montagna, ma anche un serio pericolo di gelate tardive.

Infatti, non sarà l’ondata di maltempo in sé il vero problema, ovvero non sarà la pioggia, i temporali, o la neve a quote di bassa montagna il reale pericolo per il comparto agricolo. Il problema più grande arriverà sul finire dell’ondata di maltempo, ovvero tra il 18 e il 20 aprile, quando potrebbero esserci tutti gli ingredienti per lo sviluppo di brinate e gelate tardive che certamente rappresenterebbero un serio rischio per tutti gli alberi da frutto ormai in fiore.

Nel momento in cui la perturbazione fredda abbandonerà l’Italia, potremmo assistere a crolli della temperatura durante le ore notturne, grazie all’arrivo di cieli sereni e all’assenza di vento. Con queste condizioni, è chiaro che la temperatura potrebbe scendere al di sotto dello zero, soprattutto sulle pianure e sulle valli del centro-nord Italia, dando luogo a fenomeni come brinate e gelate che potrebbero mettere in serio pericolo le nostre colture. Fortunatamente, mancano ancora alcuni giorni all’arrivo di questa perturbazione, pertanto non escludiamo dei cambiamenti riguardo questa insidiosa evoluzione meteo.