Home > Previsioni Meteo > Meteo a medio termine > Meteo: clamoroso ribaltone, la prossima settimana torna il FREDDO, giù di 15°C

Meteo: clamoroso ribaltone, la prossima settimana torna il FREDDO, giù di 15°C

13 Aprile 2024, ore 13:37
meteo freddo crollo termico 15°C

Ci apprestiamo a vivere un weekend dalle sfumature insolitamente estive, con l’anticiclone sub-tropicale ancora una volta a farla da padrone. Un fine settimana in cui potremo tranquillamente recarci a mare e godere delle spiagge come se fossimo in piena estate. Le temperature infatti potranno raggiungere i 29-30 gradi, con valori quasi ovunque oltre i 24-25 gradi. Va sottolineato però che questo calore, dai tratti tipici della stagione estiva, è fuori stagione per il periodo in cui ci troviamo, ovvero la prima parte di aprile; sarebbe considerato anomalo persino per il mese di maggio.

Per questo motivo è chiaramente auspicabile un ridimensionamento del caldo. E la natura ci verrà presto in contro in tal senso. Anzi in realtà farà di più, perché nella prossima settimana non solo il caldo andrà via, ma arriverà un freddo quasi invernale, insomma passeremo da un eccesso all’altro!

La data della svolta

Gli aggiornamenti dei modelli meteo annunciano una svolta radicale per la prossima settimana. A partire da martedì 16, una saccatura fredda di origine artica in discesa dal centro-nord dell’Europa si addosserà sulle Alpi, iniziando ad influenzare le quote più elevate. L’aria calda non verrà ancora scalzata dalla nostra penisola: infatti, le temperature subiranno solamente un lieve calo, con le massime che al centro-sud toccheranno ancora i 24-26 gradi nelle ore centrali di Martedì.

Ma il tempo mostrerà segni di peggioramento, con l’arrivo di nubi e precipitazioni sia al sud che sul nord-est nella seconda parte della giornata. I fenomeni saranno anche molto intensi al Nord, con potenziali grandinate, e in tarda serata irromperà anche la bora con raffiche impetuose. È da questo momento che l’aria fredda comincerà a farsi strada, estendendosi rapidamente sulle regioni settentrionali e poi, nella giornata di mercoledì 17, verso l’intera penisola, coinvolgendo anche il centro-sud.

Un crollo delle temperature anche di 15 gradi!

Mercoledì 17 sarà la giornata che registrerà il calo termico più significativo. Le temperature massime subiranno un calo generale di circa 8-10 gradi rispetto a domenica/lunedì, con un crollo termico notevole che in circa 48 ore ci farà passare dai connotati estivi a quelli di un autunno inoltrato, se non invernale. Alcune regioni, in particolare nel nord-est e lungo le coste adriatiche fino alla Puglia, dove l’aria fredda da est arriverà con più forza, potrebbero sperimentare anche un abbassamento di 13-15 gradi rispetto all’inizio settimana.

Temporali e grandinate, neve sugli Appennini.

Questa inversione di tendenza porterà con sé rovesci e temporali frequenti, anche accompagnati da grandinate, che continueranno a colpire soprattutto il centro-sud, sia mercoledì 17 che giovedì 18, quando l’aria fredda insisterà sull’intera penisola, mantenendo le temperature ben al di sotto della media stagionale. In questa fase avremo anche nevicate sui rilievi appenninici, mediamente sopra i 1200-1300 metri. 

Solo a partire da venerdì e sabato si prevede un graduale ritorno alla stabilità, con un lento rialzo delle temperature, che tuttavia potrebbero rimanere intorno alla media stagionale o leggermente al di sotto. I valori minimi, in particolare quelli notturni, saranno ancora bassi, e non è da escludere il rischio di gelate. Questo miglioramento delle condizioni meteo verso il fine settimana è però ancora da confermare, quindi invitiamo a mantenere un occhio attento sugli ulteriori aggiornamenti dei modelli meteorologici.