Home > Aggiornamenti meteo > Meteo: il clima in Italia sta per essere stravolto, freddo e maltempo in settimana

Meteo: il clima in Italia sta per essere stravolto, freddo e maltempo in settimana

14 Aprile 2024, ore 21:00
meteo freddo maltempo in arrivo

Il tempo sta per cambiare radicalmente sull’Italia. Dopo un Lunedì ancora nel complesso stabile e molto mite su ampie porzioni di territorio, lo scenario meteo muterà sensibilmente fra martedì-mercoledì, con l’arrivo di una perturbazione a cui farà seguito un periodo molto fresco, in cui le temperature subiranno un vero e proprio tracollo.

Vediamo nel dettaglio le previsioni per i primi tre giorni della settimana, analizzando le aree più colpite e i fenomeni provocati da questa ondata di maltempo imminente.

Nella giornata di Lunedì 15 aprile, assisteremo a una riduzione delle temperature, seppur lieve rispetto ai giorni del weekend, ma il contesto climatico rimarrà temperato. Si preannuncia, però, un aumento della nuvolosità, preludio a un progressivo deterioramento delle condizioni atmosferiche. Nello specifico, le aree alpine orientali, specie quelle di confine, potranno essere interessate da rovesci e qualche temporale, con maggior probabilità nelle ore del pomeriggio. Anche il sud assisterà a un incremento delle nuvole, in particolare su Sicilia, Calabria e Campania, anche se senza fenomeni di rilievo.

La giornata di Martedì 16 sarà segnata dall’arrivo di una saccatura di matrice artica, artefice del radicale cambiamento che accennavamo prima: assisteremo a un incremento dell’instabilità con precipitazioni che interesseranno il nord-est del Paese. Le regioni del Veneto, Friuli e Romagna potrebbero essere colpite da una squall-line temporalesca, un fronte di temporali particolarmente intenso in discesa dalle aree montane verso le pianure che porterà con sé il rischio di grandinate e raffiche di vento. Un abbassamento considerevole delle temperature caratterizzerà la serata, segno evidente dello sfondamento di aria più fredda. Il maltempo riguarderà anche parte del Sud, per via di un altro impulso instabile, che dovrebbe portare piogge moderate o localmente intense su Sicilia e Calabria, più deboli su Basilicata e Puglia meridionale. Al centro, invece, si avrà ancora tempo stabile con ampi tratti soleggiati. Temperature miti interesseranno anche gran parte del centro-sud.

Con l’arrivo di Mercoledì 17, il cambiamento si affermerà con decisione in tutta l’Italia: la saccatura artica introdurrà masse d’aria fresca su tutta la penisola, determinando un crollo termico di 8-10 gradi rispetto alla giornata di lunedì. Le temperature massime oscilleranno tra i 15 e i 18 gradi, difficilmente saranno superiori, e i venti settentrionali intensificheranno la percezione di fresco, in particolare nelle zone adriatiche. L’instabilità prevarrà al nord-est e nel centro-sud, con eventi meteorologici più intensi e organizzati al sud, dove non mancheranno temporali e grandinate. Venti forti di maestrale soffieranno lungo le coste adriatiche e tirreniche, comprese le isole maggiori, con la probabilità di assistere a mareggiate.